Home Attualità Catalogna e Spagna è arrivata l’ora della verità: Puigdemont sospende e apre...

Catalogna e Spagna è arrivata l’ora della verità: Puigdemont sospende e apre al dialogo

163
0
SHARE
catalogna-dichiarazione-indipendenza

Il presidente catalano Carles Puigdemont assume temporaneamente al termine dell’assemblea parlamentare, il mandato del popolo per indipendenza della Catalogna, ma poi sospende e apre al dialogo.

Catalogna e Spagna è arrivata l’ora della verità. Il presidente catalano Carles Puigdemont ha riferito in parlamento questo pomeriggio, sul referendum del primo ottobre, assumendosi, il mandato del popolo per l’indipendenza della Catalogna.

Queste le sue parole, dopo chiusura della attesissima assemblea parlamentare di Barcellona: “Con il referendum, la Catalogna ha guadagnato il diritto a essere uno Stato indipendente, non è una decisione personale, ma il risultato del referendum del 1° ottobre, oltre 2 milioni di catalani sono andati alle urne, vincendo la paura. Il governo della Spagna voleva alimentare il panico perché la gente restasse a casa. La Catalogna deve essere ascoltata, siamo a un momento storico e come presidente assumo il mandato del popolo perché la Catalogna si converta in Stato indipendente di forma repubblicana, questo è un momento critico e serio e dobbiamo prenderci le nostre responsabilità per eliminare la tensione e non incrementarla”.

“La violenza indiscriminata, ha sicuramente influito sul referendum, ed è quindi evidente che quella della Catalogna non è una questione interna ma europea. L’opinione  diffusa e maggioritaria, dei cittadini prima del referendum, era che la Catalogna potesse diventare uno Stato, per questo si è svolta la consultazione. Non siamo delinquenti, non siamo pazzi, non siamo golpisti, siamo gente normale che chiede di poter votare. Il dialogo è auspicabile. Pertanto la Catalogna, sospende la dichiarazione di indipendenza per avviare il dialogo, perché in questo momento serve a ridurre la tensione”. 

Così chiude il presidente Puigdemont nel suo intervento al parlamento di Barcellona.

Rispondi