Home Attualità Dramma della depressione, una quarantaseienne si suicida gettandosi dal quarto piano

Dramma della depressione, una quarantaseienne si suicida gettandosi dal quarto piano

334
SHARE
Melito. Dramma della depressione, una quarantaseienne si suicida gettandosi dal quarto piano

Dramma della depressione, una quarantaseienne si suicida gettandosi dal quarto piano

Dramma della depressione a Melito, in provincia di Napoli, dove una donna di quarantasei anni si è suicidata, in preda ad uno stato di sconforto, per la perdita di entrambi i genitori, deceduti, a distanza di meno di un anno, l’uno dall’altro. La quarantaseienne, non sposata e senza figli, abitante in un appartamento, sito nella cittadina di Melito di Napoli, nei pressi di Via Giulio Cesare, di proprietà della sorella e del marito di quest’ultima, si è lanciata dal quarto piano dello stabile, approfittando del fatto che il cognato e la sorella erano appena usciti per recarsi al lavoro.

Da quanto riferito dai parenti la donna, le cui iniziali sono C.G. non aveva mai sopportato il peso della morte della mamma e del padre, oltretutto viveva, da tempo, in uno stato di insoddisfazione e depressione, antecedente pure alla grave perdita. Nonostante la sorella avesse più volte tentato, dopo la disgrazia, di convincerla a trasferirsi con le in casa sua, per non farla stare da sola, la futura suicida si era sempre dichiarata contraria. Nella sua mente, molto probabilmente, la decisione di mettere fine alla sua esistenza le era balenata già diverse volte ma non aveva trovato l’occasione giusta.

Dunque intorno alle 9 di mercoledì scorso, la quarantaseienne ha portato a termine il suo insano ed estremo gesto. L’impatto con la strada sottostante, a seguito del volo dal balcone, la cui altezza dal suolo supera i 15 metri, è stato violentissimo e non ha lasciato scampo alla vittima. La donna ha sbattuto fortemente la parte posteriore della testa ed è morta sul colpo.

A dare l’allarme, accorgendosi del corpo esanime, in terra, è stato un vicino di casa, il quale si era insospettito per aver sentito un grosso tonfo. L’uomo ha pensato subito di chiamare un’ambulanza del 118 che, recatasi sul luogo del dramma, unitamente ai carabinieri della locale stazione diretta dal tenente Francesco Iodice, non potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso della quarantaseienne.

L’intero quartiere della piccola città di Melito, è tuttora sgomento ed incredulo per la nuova tragedia che ha colpito quella famiglia.

Rispondi