Home Mangiando mangiando La Campania vince nuovamente il premio “Tenzone del Panettone”

La Campania vince nuovamente il premio “Tenzone del Panettone”

59
SHARE
La Campania vince nuovamente il premio Tenzone del Panettone-2

La Campania vince nuovamente il premio “Tenzone del Panettone”

La Campania batte il nord anche nel panettone, specialità tipicamente milanese. Pure quest’anno,infatti, la nostra regione si è aggiudicata l’ambito trofeo relativo al dolce natalizio.

La città di Gragnano e la Campania stessa, nuovamente in trionfo nella sesta edizione dell’evento “Tenzone del Panettone”, l’ormai abituale appuntamento dolciario dedicato al panettone artigianale ed alle sue declinazioni, ripetendo il grande successo dello scorso anno. Il merito, tuttavia va tutto allo chef patissier Angelo Tramontano, originario della cittadina  vicino Castellammare di Stabia, mai come in questo momento in piena parabola ascendente nel panorama culinario italiano. La manifestazione si è svolta qualche giorno fa al Circolo del Castellazzo di Parma, come consuetudine. 

La Campania vince nuovamente il premio Tenzone del Panettone-1

In verità i premi messi in palio in questa nuova edizione erano ben quindici: oltre al classico Panettone dell’Anno 2017 e le categorie “tradizionale”, “innovativo” e “junior”, q erano stati programmati anche dei premi di categoria. Il nostro pastry chef di Gragnano ha trionfato nella categoria “Junior pastry award”, di misura sul rivale Alessandro Gaido, scrivendo il suo nome tra i migliori panettoni della tradizione dolciaria artigianale italiana. Ma anche la Campania raccoglie grande lustro in fatto di arte pasticciera. Angelo Mattia Tramontano ha conquistato i favori di  due giurie: quella tecnica, composta da giornalisti, critici gastronomici e accademici della pasticceria; e quella di qualità, formata da gourmet ed autorità civili e militari.

Se nella scorsa edizione era tra gli emergenti chef patissier italiani, premiati in quel di Parma, quest’anno il mitico Tramontano è una realtà indiscussa in questo settore, in barba ai vecchi maestri pasticcieri lombardi che si vantavano di essere gli unici a saper produrre il classico panettone. Tradizione, Innovazione, Junior Pastry ha valutato gusto, forma, colore, qualità, ingredienti, profumo, sofficità, taglio, alveolatura, distribuzione uniforme della frutta e cottura.

Per il giovane artista pasticciere di Gragnano un’altra ciliegina sulla torta, è proprio il caso di dirlo,  dopo un anno pieno di soddisfazioni, in virtù delle varie varie esperienze in giro per i migliori hotel e ristoranti della Campania. Ma adesso è pronto per spiccare il volo in nuovi lidi per raggiungere altri prestigiosi traguardi che il suo grande talento gli garantiranno. 

Rispondi