Home Calcio L’italo-brasiliano Jorginho convince Ventura, l’azzurro convocato in nazionale con Insigne

L’italo-brasiliano Jorginho convince Ventura, l’azzurro convocato in nazionale con Insigne

324
SHARE

L’italo-brasiliano Jorginho convince il ct  Ventura, l’azzurro convocato in nazionale con il compagno di squadra Lorenzo Insigne, per il doppio impegno con la Svezia.

Una notizia che molti addetti ai lavori non si aspettavano. Il centrocampista del Napoli, l’italo-brasiliano Jorginho è stato convocato dal commissario tecnico Giampiero Ventura per lo spareggio mondiale contro la Svezia. L’Ansa ha diffuso le indiscrezioni sulla lista peraltro ancora non ufficiale del selezionatore azzurro. Il giocatore nato in Brasile ma vissuto fin da piccolo in Italia, torna dunque in nazionale un anno e mezzo dopo l’ultima apparizione in amichevole, quando sulla panchina italiana c’era Antonio Conte. Insieme a lui, altri due novità anche se si tratta di ritorni eccellenti: Zaza e Florenzi.

Siamo, come dicevamo in attesa dei comunicati ufficiali Figc, ma la notizia è ormai certa.  A sorpresa, ecco il ritorno del calciatore italo-brasiliano Jorginho con l’Italia. Il regista di Sarri viaggerà alla volta del ritiro della nazionale assieme al compagno di squadra Lorenzo Insigne, già da domani.

In verità però non pensiamo che Giampiero Ventura all’improvviso abbia cambiato idea ed abbia convocato il regista azzurro per stravolgere l’assetto tattico della sua Italia. Se non ricordiamo male il buon Giampiero aveva sempre affermato che il calciatore napoletano sebbene molto forte nel suo ruolo, non aveva alcuna possibilità di far parte della sua nazionale perché la squadra squadra si prefigge di giocare in maniera verticale, sfruttando l’ampia profondità e la bravura degli attaccanti Immobile e Belotti in questo tipo di dinamica. Ventura, infatti, un anno e mezzo fa, ha adottato questo percorso e non crediamo possa sconfessarlo in maniera totale così, tutto ad un tratto.

Pertanto la convocazione di Jorginho, potrebbe leggersi in questo senso:  la sua  chiamata sarebbe stata “imposta” dall’alto per non rischiare di perdere un calciatore così  importante che ha solo 26 anni, e che per un altro quadriennio potrebbe costituire un patrimonio importante per la nazionale. Essendo imminente il pericolo di vederlo con la nazionale brasiliana, la dirigenza della Federcalcio italiana, probabilmente avrà chiesto al commissari tecnico di convocare l’italo-brasiliano Jorginho.

Ovviamente la nostra è soltanto una supposizione, tuttavia, come diceva un noto personaggio della politica italiana di qualche anno fa: “A pensar male si sbaglia, ma spesso ci si indovina”. E’ quindi assai difficile, interpretare questa scelta di Ventura. L’idea del tecnico e naturalmente della Federcalcio potrebbe essere quella di mandare in campo Jorginho per qualche minuto contro la Svezia in modo tale da non permettergli più di poter cambiare nazionale, dal punto di vista regolamentare. Scendendo in campo, infatti in un match ufficiale, valido per una competizione internazionale il centromediano del Napoli non potrebbe più far parte della seleçao brasiliana.

Rispondi