Home Attualità Mondiali di calcio 2026: Out out a Trump se non rivede le...

Mondiali di calcio 2026: Out out a Trump se non rivede le sue posizioni

482
SHARE
Mondiali di calcio

Out out a Trump: niente Mondiali di calcio 2026 se non rivede le sue posizioni

La politica molto dura del presidente americano Donald Trump per quanto riguarda le sue teorie delle restrizioni sull’immigrazione, potrebbe essere pagata a caro prezzo dagli Stati Uniti. Difatti sono in ballo i Mondiali di calcio del 2026, per i quali la Confederazione statunitense aveva presentato la propria candidatura. I più alti rappresentanti della Fifa, maggiore organo calcistico nel mondo, secondo quanto riportano alcuni network americani, hanno infatti imposto al neo presidente Trump, un vero e proprio out out, minacciandolo di non prendere più in considerazione la candidatura degli Stati Uniti, se l’amministrazione americana non depennerà l’ordine esecutivo che impedisce, al momento, i visti di ingresso dei cittadini provenienti da sei Paesi di religione, a maggioranza islamica.

A sentire il presidente della federazione, Gianni Infantino, la misura adottata dal neo eletto capo dello stato non si confà con le norme che riguardano i Paesi che ospitano la manifestazione dei Campionati Mondiali di calcio, la prima delle quali recita così: “Qualsiasi squadra che si qualifica per la Coppa del Mondo, compresi sostenitori e funzionari, deve obbligatoriamente poter avere accesso al Paese che li ospita, altrimenti verrebbe a cadere il significato di Coppa del Mondo”. Difatti ha proseguito Infantino, la succitata competizione calcistica raggruppa tutti i vari pesi del mondo che hanno raggiunto, sul campo, nelle varie eliminatorie, il diritto inconfutabile di partecipare alla fase finale della manifestazione, a prescindere dalle loro credenze religiose. 

Dunque siamo ai ferri corti, la Fifa si è dimostrata intransigente, l‘ultimatum al presidente Trump, ormai è partito. La sua linea restrittiva nei confronti degli immigrati di questi paesi islamici, rischia seriamente di far saltare i piani americani sui Campionati Mondiali di calcio del 2026. Un durissimo monito all’inquilino più prestigioso della Casa Bianca, da parte dei vertici Fifa. Ora la palla, mai termine fu più adatto, passa al presidente Trump.

Rispondi