Home Cultura Napoli capitale della moda: Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia

Napoli capitale della moda: Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia

1277
0
SHARE
Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-6

Napoli capitale della moda con Napoli fashion on the road.

Non accenna a fermarsi il grande successo di Napoli fashion on the road, ormai arrivato alla sua decima tappa e che si svolgerà nel mese di ottobre.

Clicca quì per scoprire cos’è il progetto Napoli fashion on the road.

Progetto patrocinato dal Comune di Napoli.

Napoli fashion on the road è un progetto innovativo di respiro internazionale, ideato e sviluppato in collaborazione con il web magazine Ragazze.it con lo scopo di proporre e di presentare “Napoli capitale mondiale della moda”. Si tratta di una iniziativa patrocinata dal Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura e al Turismo, che comprende la redazione di interviste a stilisti internazionali, corredate da foto scattate nei luoghi più suggestivi della città di Napoli e della Campania; contenuti divulgati attraverso i canali web e social di Ragazze.it e Tgcomnews24. I contents editoriali, fotografici ed audiovisivi, sono interamente curati dallo staff di giornalisti, fotografi e videomaker dell’azienda di comunicazione Curtis & Moore Italia, in collaborazione con le citate testate giornalistiche.

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-7
Antico dipinto del quartiere Santa Lucia.

La moda internazionale incontra l’antico rione napoletano Santa Lucia.

Location sempre originali per Napoli fashion on the road. Infatti dopo le suggestive e storiche edicole votive ed i paesaggi unici di Baia nel cuore dei Campi Flegrei, Ragazze.it sceglie per la sua decima tappa, un quartiere antico ricco di storia e di fascino: il Rione Santa Lucia. L’antico borgo Santa Lucia fa parte del primo avamposto della città di Napoli, fondato da un gruppo di navigatori Rodiesi nell’800 a.C. e poi ampliato e abitato da coloni greci di Cuma a partire dal 680 a.C., corrispondeva alla zona compresa tra l’isoletta di Megaride (dove oggi sorge il Castel dell’Ovo) e la collina di Monte Echia (Pizzofalcone). Questo primo nucleo abitativo fu chiamato Parthenope.

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-8
Il Rione Santa Lucia in un quadro di Salvatore Candido del 1840.

Santa Lucia, un antico borgo di pescatori.

Santa Lucia, in tempi remoti un piccolo borgo di pescatori, è un rione storico tra i più antichi della città di Napoli; parte del quartiere San Ferdinando, deve il suo nome alla fondazione del santuario di “Santa Lucia a Mare” nel IX secolo. Fino al 1895 il quartiere aveva diretto accesso al mare, ma col risanamento e la realizzazione di via Partenope, l’attuale via Santa Lucia fu ridotta a strada interna, come la via Chiatamone, strada di svago del popolo e della borghesia che fino a quell’epoca risultava panoramica. Oggi nel luogo sorgono alcuni dei più importanti alberghi partenopei e continua ad essere un luogo di richiamo per i turisti di tutto il mondo.

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-1
La stilista francese Clementine Sandner.

Napoli capitale della moda con Clementine Sandner.

Napoli capitale della moda grazie a Napoli fashion on the road. Il progetto stavolta propone lo stile Made in France. Il design accattivante dei capi e degli accessori della stilista francese Clementine Sandner, che vive e lavora a Kyoto in Giappone, si sposerà anche con il complesso di vicoli, stradine storte e gradinate ripide chiamate “Pallonetto di Santa Lucia”, in suggestivo contrasto con le strade eleganti che costituiscono il “salotto” del quartiere.  

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-4
Immagini tratte da uno shooting del brand Clementine Sandner.

EcoChic Design Award 2013.

Clementine Sandner partecipò al Premio EcoChic Design Award 2013 in Giappone, arrivando in finale. La stilista restò talmente affascinata dalla cultura e dalle tradizioni del Sol Levante, che decide di stabilirvisi, lanciando il suo omonimo marchio di moda eco-sostenibile. Infatti il suo pensiero è: “Don’t throw away that which was once beautiful, let it be born again”; ovvero “Non buttare via quello che una volta era bello. Lascia che rinasca.”

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-6
Immagini tratte da un catalogo del brand Clementine Sandner.

Sperimentazione costante.

Clementine Sandner ha iniziato dunque il suo percorso artistico, sperimentando insiemi e combinazioni di stampe e tonalità, creando accessori unici e funzionali, quali borse, zaini e marsupi unisex; prodotti che riprendono parti di kimono di seta antica giapponese, riproposti però in chiave moderna.
Clementine parte sempre dall’idea di riutilizzare ciò che può essere riciclato. “Per me la moda sostenibile è evidente. Poiché la futura disponibilità di risorse naturali è sempre più discussa, è importante pensare a nuovi modi di produrre. Oggi, non posso immaginare di essere stilista senza pensare al futuro della moda.”

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-5
Immagini tratte da uno store di Hong Kong, del brand Clementine Sandner.

Primo premio nel 2014 all’evento Fashion Zakka Design Competition.

Clementine Sandner ha vinto nel 2014 il primo premio per la moda all’evento Fashion Zakka Design Competition. Ha lanciato la sua collezione 2015 / 16 alla Tokyo Fashion Week 2015. Laureatasi in Design e Creazione di moda di ESMOD Lyon e ha completato il progetto A.M.I. (Accessing Mode Identity) di ESMOD Tokyo nel marzo 2015. Attualmente è insegnante di Design presso la prestigioda ESMOD –  École supérieure des arts et techniques de la mode, di Kyoto.
Il suo è un brand molto apprezzato non solo in Giappone, ma anche in Europa. Protagonista delle passerelle e sui numerosi e prestigiosi magazine mondiali di fashion. Troviamo punti di vendita delle sue creazioni a Kyoto, a Parigi ed a Hong Kong.

Napoli capitale della moda- Clementine Sandner nel quartiere Santa Lucia-9
Immagine del dio Mitra.

Affascinante pensare che le suggestioni dell’Oriente proposte da Clementine Sandner, faranno presto capolino nel bel quartiere Santa Lucia di Napoli. Area tutt’altro che lontana da tali culture. Basti pensare che i coloni greci, ed in seguito i romani, praticarono il culto di Mitra nelle cavità del Monte Echia che domina l’area del Rione Santa Lucia. Mitra è una divinità dell’induismo e della religione persiana, arrivata in occidente grazie proprio alla civilità elleniche.

Il mix di moda, religione, cultura, arte e gastronomìa sarà nuovamente la ricetta vincente della decima tappa del progetto Napoli fashion on the road? Staremo a vedere. Ed intanto…Napoli capitale della moda!

Rispondi