Home Attualità Palazzo San Giacomo, Napoli: siglato accordo società spagnola, venti nuovi treni metropolitani...

Palazzo San Giacomo, Napoli: siglato accordo società spagnola, venti nuovi treni metropolitani Linea 1 dal 2019

1394
SHARE
Palazzo San Giacomo Nuovi treni per la metro di napoli entro il 2019 siglato accordo societá spagnola.

A Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli., è stato siglato l’accordo con una società spagnola, per l’acquisto di venti nuovi treni metropolitani che saranno immessi nella Linea 1, a partire dal 2019.

Qualche giorno fa è giunto l’o k da Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, per l’acquisto di nuovi treni per la Linea 1 della Metropolitana collinare della città partenopea: l’accordo è stato siglato, con la società iberica denominata Caf, che sta per Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles, con sede a Beasain nei Paesi Baschi, alla presenza di Julen Barrutia, quale direttore dell’area commerciale per l’Europa, e dell’assessore ai trasporti del comune di Napoli Mario Calabrese, appena due giorni or sono, proprio nelle stanze di Palazzo San Giacomo.

L’accordo tra il Comune di Napoli e la società spagnola prevede la fornitura di nuovi treni della Metropolitana: una prima tranche di dieci per un totale di spesa pari a  87,6 milioni di euro più IVA, arriverà dal prossimo 2019, a gradi. In seguito è previsto l’aumento a venti unità per i nuovi treni della Linea 1 della Metropolitana, per una spesa complessiva di 192 milioni di euro che saranno suddivisi tra fondi Por oggetto del contratto sottoscritto, risorse del Patto per Napoli e mutui BEI.

La firma per le restanti dieci vetture sarà apposta entro la fine di quest’anno. Le nuove vetture, che seguono una tecnologia molto avanzata, saranno dotate di impianto di condizionamento e sistemi per la diminuzione del rumore, e saranno in grado di trasportare contemporaneamente, fino a quattro carrozzelle per i portatori di handicap e circa 1.200 passeggeri, dei quali 130 seduti. Il primo di questi nuovi treni, al passo con i tempi moderni, sarà consegnato all’ente comunale di Palazzo San Giacomo, entro il 2019, mentre gli altri arriveranno con una frequenza di 30 giorni l’uno dall’altro.

Si tratta, dunque, di  un grosso investimento da parte della amministrazione di Palazzo San Giacomo, per regalare all’utenza pubblica napoletana, un parco vetture metropolitano di provata avanguardia, oltre ad un servizio migliore e più confortevole rispetto ad oggi.

 

 

Rispondi