Home Calcio Ritiro del Benevento: stamani si è aggregato anche Kanoutè

Ritiro del Benevento: stamani si è aggregato anche Kanoutè

375
SHARE
Ritiro del Benevento: stamani si è aggregato anche Kanoutè

Ritiro del  Benevento a Sestola: stamattina si è aggregato al gruppo anche il senegalese  Kanoutè.

Questa mattina, nel ritiro del Benevento, in quel di Sestola, è arrivato anche l’attaccante senegalese Kanouté, dal momento che ha terminato il suo ciclo di recupero dall’infortunio sofferto, nel finale di campionato di Lega Pro, con la Juve Stabia. Il giocatore ha cominciato, subito, a correre come una lepre, senza far sospettare minimamente che venisse da un serio infortunio.

Il tecnico toscano ha chiamato tutti i suoi difensori ed ha provato tutto quello che aveva programmato con la difesa a quattro: cross, palla scoperta, profondità. Poi ha battuto di più su linee più o meno preordinate. Tutti quelli che non hanno fatto parte del primo step di esercitazioni, con la difesa,  sono andati ad allenarsi nell’altro campo, più piccolo, presente nel ritiro del Benevento, con esercizi di forza.

I giallorossi hanno iniziato la giornata di preparazione alle 9,30 prediligendo la fase difensiva, con l’aiuto di due centrocampisti , ovvero Viola e Del Pinto. Poi sono entrati in gioco tutti gli altri. Una mattinata di sudore corse ed atletica, agli ordini di mister Baroni: runa sorta di corsa  sui mille metri, a gruppi di quattro.  Pure  Kanoutè, Ciciretti e Chibsah, hanno partecipato alla corsa, quindi questi ultimi  hanno continuato il loro programma specifico e cominciato ad allenarsi anche col pallone.

Letizia, Gravillon e Camporese hanno svolto successivamente un po’ di allenamento a parte. Nella seconda parte si è passati alla  fase offensiva. Marco Baroni ha scelto le coppie d’attacco così suddivise: Ceravolo e Coda, Cissè e Puscas. Questo pomeriggio nel ritiro del Benevento si continuerà a lavorare senza sosta.

Sul fronte mercato, ancora in piena evoluzione, il direttore sportivo giallorosso Salvatore Di Somma attende sviluppi dalla trattativa in corso con la società bianconera per il portiere Brignoli su cui, tuttavia,  ha messo gli occhi anche il Perugia. Brignoli dunque, potrebbe il secondo di Belec, estremo difensore croato prelevato dal Crotone.

Nel frattempo c’è da registrare lo sprint per D’Alessandro, dell’Atalanta, conteso però dal Bologna di Donadoni. La trattativa è alquanto complicata,  l’ultima parola  spetterà alla società bergamasca. La trattativa per Danilo Cartaldi ha avuto una brusca frenata. Il centrocampista della Lazio pretende un aumento di ingaggio rispetto ai 600 mila euro all’anno, percepiti a Roma, per adesso  la distanza tra richiesta ed offerta  è troppo alta, il che fa pensare che  non si possa chiudere a breve. Questo è tutto dal ritiro del Benevento.

Rispondi