Home Attualità Ronaldo e soci tornano sulla terra!

Ronaldo e soci tornano sulla terra!

219
SHARE
Ronaldo e soci tornano sulla terra

Ronaldo e soci tornano sulla terra!

Dopo quaranta risultati utili di fila, Cristiano Ronaldo e soci, tornano nuovamente sulla terra, all’indomani della sconfitta patita a Siviglia, nell’ultimo turno della Liga. A spezzare l’incantesimo madrileno che durava da ben due anni ci ha pensato una nostra vecchia conoscenza, ovvero il montenegrino ex Fiorentina ed ex Inter, Jovetic, passato in questo mercato di riparazione, da qualche settimana, proprio, al Siviglia.

Finisce infatti 2 a 1 la gara tra Siviglia e Real Madrid, replica del match di Coppa del Re, di qualche giorno prima, terminato invece col risultato di 3 a 3, all’ultimo respiro, dando il passaggio del turno agli ospiti. Manco a farlo a posta, anche in quell’occasione, l’ex nerazzurro aveva dato un dispiacere a Ronaldo e compagni realizzando la rete del vantaggio dei padroni di casa. Ma torniamo al match che ha ridimensionato gli uomini del tecnico francese Zinedine Zidane.

In Andalusia il Real Madrid, come detto, infrange la striscia record della storia del calcio iberico. Al ‘Sanchez Pizjuan’ i blancos vanno pure in vantaggio al 67′ con un rigore del solito Cristiano Ronaldo. Sergio Ramos, udite udite, goleador dell’ultimo minuto, stavolta sbaglia porta e all’85’ fa autogol. Quando sembrava che la partita dovesse finire nuovamente in parità ecco che al 92′ minuto il montenegrino Jovetic fa il bis del gol all’esordio in Coppa del Re, guarda un po’, sempre contro le Merengues e regala il 2-1 alla sua nuova squadra. Il Siviglia sale pertanto a 39 punti, a -1 dal Real che però ha una partita da recuperare e torna in corsa per il titolo. Sorridono ovviamente anche gli odiati rivali del Barcellona, attualmente a -2 dalla vetta. La Liga è ufficialmente riaperta!

Naturalmente questa notizia non può che far piacere al Napoli ed ai suoi tifosi che vedono la squadra madrilena, dipinta come una straordinaria ed invincibile corazzata, ritornare umana e battibile. Del resto, come sappiamo, i record non sono eterni e prima o poi doveva accadere. Ora come ora, a Napoli, il Diavolo, rappresentato da Ronaldo non è poi così brutto come lo si dipinge!

Rispondi