Home Attualità Siamo sotto Attacco!

Siamo sotto Attacco!

690
SHARE
Siamo sotto Attacco

Siamo sotto Attacco!

Siamo sotto Attacco! E’ l’ennesimo attacco alla libertà di stampa, all’occupazione nel settore dell’informazione, ad una voce in più nel panorama della comunicazione.

E’ un’attacco alla pluralità di voci che è il cuore della democrazia di un Paese civile.Quali potentati politici ed economici possono essere “danneggiati” da una voce informativa libera ed indipendente? Chi desidera impedire ed ostacolare l’informazione di una testata indipendente e libera da ideologie e preconcetti?

Manovre oscure e assurde minano il lavoro di giornalisti attenti. Noi non abbiamo paura e andremo avanti forti della passione con la quale lavoriamo e dell’attenzione che assicuriamo a tutti i contenuti che divulghiamo.

Abbiamo dimostrato che una squadra di giornalisti preparati ed attenti può raggiungere un grande pubblico di lettori grazie alla caratterizzazione forte delle nostre news e dei nostri format. Crediamo fortemente nel nostro lavoro ed andiamo avanti con la schiena dritta più forti di prima.

La Redazione

Siamo sotto Attacco!-1

We’re under Attack!

We’re under Attack! It is yet another attack to the “press freedom”, to the employment in the information sector, and to a new voice in the communication landscape.

It is an attack to the plurality of voices which is the heart of the democracy of a civilian country. What powerful political and economic potentials can be “damaged” by a free and independent information item? Who wants to prevent and hinder information from an independent head and free from ideologies and preconceptions?

Dark and absurd maneuvers undermine the work of careful journalists. We are not afraid and we will go strong with the passion with which we work and with the attention we ensure to all the content we divulge.

We have shown that a team of prepared and careful journalists can reach a large audience of readers thanks to the strong characterization of our news and formats. We strongly believe in our work and move forward with the strongest back right before.

The editorial staff

Rispondi