Home Android Sliding Life, applicazione utile a potenziali divorziati o separati

Sliding Life, applicazione utile a potenziali divorziati o separati

277
SHARE
ph. netphoto

Sliding Life, applicazione utile a potenziali divorziati o separati.

Sliding Life un’applicazione molto utile a coppie di potenziali divorziati o separati.

Per venire incontro alle persone in attesa di divorzio o di separazione, è nata da alcuni mesi, in Puglia, esattamente, nella città di Foggia, Sliding Life, ovvero la prima piattaforma in Italia che assembla sostegno psicologico e networking, mediante la professionalità dirottata alla tecnologia.

Grazie a questo nuovo strumento, coppie di potenziali divorziati, oppure separati o, ancora  in procinto di separarsi, potranno  avere a propria disposizione, sempre e dovunque una piattaforma online, formata da persone che si trovano nell’identica situazione ed una rete on demand di liberi professionisti, esperti del settore, come avvocati, psicologi, mediatori familiari, pedagogisti e consulenti fiscali, tutti pronti e disponibili per qualsiasi consiglio in chat.

Trovarsi a sostenere le difficoltà burocratiche ed economiche in un caso di divorzio o una separazione e dovendo avere a che fare con tante problematiche senza l’aiuto di nessuno è stata sino ad oggi una situazione assai spiacevole. Invece, con il sostegno di una community di utenti,  alle prese con le identiche problematiche diventerà tutto molto più semplice.

L’organico della Sliding Life è composto dall’avvocato foggiano Massimiliano Arena ideatore dell’iniziativa, specializzato in diritto di famiglia,  Bruno Pinna, consulente per lo sviluppo tecnologico, dalla Pezzilli & Company, società media partner di Luiss Guido Carli per le attività di social media communication.

Per finanziare questa bella iniziativa tecnologica, sette persone hanno investito in totale, un capitale di 45.000 euro. Questi ultimi hanno comprato delle piccole quote in equity.

Molto semplice e facile da usare l’applicazione Sliding Life: è sufficiente creare un profilo personale in modo completamente gratuito ed ogni utente si ritrova tre canali di funzionamento dell’app.

L’utente cerca nella community delle persone che potrebbero immedesimarsi nella sua situazione, per numero di figli, tipo di separazione o di divorzio, se l’abitazione coniugale è stata assegnata a lui o all’altro coniuge, per l’età e per situazione giudiziaria. Selezionando nella rete queste persone che hanno o si avvicinano alle sue problematiche l’utente  può facilmente richiedere come comportarsi.

Una seconda possibilità è quella che riguarda la consulenza privata con un  libero professionista, selezionato a seconda del professionista che occorre consultare, tipo un avvocato, un mediatore familiare, uno psicologo, un pedagogo. Tali professionisti  possono essere trovati o per posizione geografica, o a seconda del rating che la community affida al libero professionista.

Infine, la terza opzione della Sliding Life è quella più innovativa, ed è il servizio di sos, indirizzato alle urgenze o ai consigli immediati. Ciascun  utente spaventato, perché  non riesce a gestire in modo lineare la propria situazione, lancia nella community un sos a qualsiasi ora della giornata per ricevere un feedback d’aiuto da tutti gli altri iscritti alla piattaforma.

Rispondi