Home Motori Nuovo telaio Yamaha, il dottore: “Spero mi possa aiutare”

Nuovo telaio Yamaha, il dottore: “Spero mi possa aiutare”

584
SHARE
Nuovo telaio Yamaha, il dottore:

Nel prossimo tracciato del MotoGP di Assen ci sarà un nuovo telaio per le Yamaha: il dottore spera che gli possa essere d’aiuto nella rimonta nella classifica generale.  

Domenica al MotoGp di Assen, le Yamaha avranno un nuovo telaio. Sarà usato da entrami i piloti, per rifarsi delle delusioni patite nell’ultimo MotoGP di Spagna sul circuito di Montmelò. Ora, il dottore pesarese, ha affermato: “Occorre scoprire se questo nuovo telaio, in un  tracciato come quello di Assen, darà, effettivamente riscontri positivi.

Si tratta di un percorso storicamente favorevole per la Yamaha, anche se è doveroso dire che in altre piste, altrettanto favorevoli, quest’anno abbiamo sofferto, ma vedremo cosa accadrà domenica. In pista, del resto solitamente, c’è un buon grip e questo potrebbe aiutarci. Siamo tutti curiosi, speriamo in un fine settimana accompagnato dal bel tempo, magari, con l’auspicio di essere più competitivi che a Barcellona.”

Il compagno di scuderia di Valentino Rossi, Maverick Vinales, ad Assen cercherà di tornare ad allungare, in testa al mondiale. Lo spagnolo ha dichiarato: “Dobbiamo fare in fretta,  anche a dimenticare gli insuccessi, spero di avere belle sensazioni e credo che il mio stile mi possa aiutare su questa pista. È un campionato molto altalenante, dobbiamo essere bravi a restare sempre continui. Tutti gli altri piloti sono forti e pericolosi. Noi della Yamaha, non possiamo che vincere e basta, per risalire la china, trovando la migliore messa a punto per la nostra moto.

Proverò anche il nuovo telaio che, forse,  potrebbe darci una mano in uscita di curva. Le Michelin? Dovremo farci trovare pronti in qualsiasi maniera dovessero comportarsi: qui ci sono tante accelerazioni e conterà molto la gomma posteriore”. Queste le parole del leader del Motomondiale 2017, alla vigilia di una gara così importante come quella di Assen. Intanto sono già in corso le prime prove libere.

 

 

Rispondi