Home Attualità Totti Day, Olimpico pieno come un uovo

Totti Day, Olimpico pieno come un uovo

272
SHARE
Totti Day, Olimpico pieno come un uovo

Totti Day, Olimpico pieno come un uovo.

Per il Totti Day, non esiste più un tagliando disponibile, ormai da giorni. Lo stadio Olimpico, domenica pomeriggio sarà pieno come un uovo. Venduto fino all’ultimo posto nei pressi del fossato.

In occasione dell’addio al calcio di Francesco Totti accorreranno dunque in 80.000, con la speranza di vedere il “vecchiocapitano disputare almeno un tempo della gara contro il Genoa, che vale tuttavia moltissimo in chiave secondo posto.

Con il fiato sul collo della squadra di Maurizio Sarri, pronta ad approfittare di un passo o anche di un mezzo passo falso, i giallorossi di Spalletti,  prima di festeggiare il Totti Day, sono obbligati a vincere. Per questo motivo l’allenatore dei capitolini, difficilmente darà molto spazio al mitico calciatore, bandiera della Roma per oltre 23 anni. Di sicuro il numero 10 romanista partirà ancora una volta dalla panchina.

In virtù di questo Totti Day, evento straordinario per la capitale, il presidente del club giallorosso, James Pallotta giungerà a Roma domenica in mattinata, appunto per assistere all’importante match con i rossoblù e per presenziare ai festeggiamenti per l’ultima apparizione in campo dell’ex enfant prodige del vivaio romanista.

Intanto, a quattro giorni dalla partita del sofferto addio al calcio giocato del pupone, romano de Roma, l’amministratore delegato della società Umberto Gandini ha dichiarato: “Non sono nella testa di Francesco, quindi rispetto la sua autonomia decisionale. Il mio augurio, però, è che resti con noi, visto che il contratto da dirigente parla chiaro.”  Totti ci sta riflettendo, tuttavia, la prospettiva che, più lo affascina, sarebbe la supervisione dello staff tecnico, che gli consentirebbe di non staccarsi completamente dall’atmosfera dello spogliatoio, del campo e dei ritiri.

Dal canto suo Spalletti, sicuro partente, intervistato sul futuro del calciatore romanista ha affermato: “Non devo decidere io quello che farà Totti, lui deciderà il suo futuro con la società, non so di certo cosa ha in mente,  io posso dire soltanto che sarò contento di esserci domenica per festeggiare  tutti insieme.

 

 

 

Rispondi