Almeno 140 morti negli attacchi ai villaggi nel nord-ovest della Nigeria

Almeno 140 persone sono state uccise negli ultimi giorni da bande armate nel nord-ovest della Nigeria. Lo ha riferito Agence France-Presse sulla base di quattro fonti locali.

Uno dei quattro, il capo di un villaggio colpito nello stato di Zamfara, ha detto all’AFP che ora sono state sepolte un totale di 143 persone. I residenti di altri due villaggi hanno riportato da 140 a 150 morti.

Si dice che le milizie abbiano marciato a centinaia in moto attraverso una dozzina di villaggi, sparando ai residenti e saccheggiando e bruciando case. Ieri anche l’Associated Press e la Reuters, sulla base di fonti locali, hanno riportato decine di morti a Zamfara.

poche informazioni

Fonti del governo nigeriano non hanno ancora denunciato le violenze. Un autista di Zamfara ha detto all’Associated Press, in attesa di informazioni dalla zona. Solo un portavoce del governatore dello stato ha detto a Reuters che l’esercito aveva intercettato le bande.

La situazione attuale è ambigua. Le autorità bloccano regolarmente i servizi Internet e telefonici a Zamfara, dicono, per contrastare i criminali. Di conseguenza, dallo stato arrivano poche informazioni.

devastato dalla violenza

La Nigeria è stata afflitta dalla violenza per anni. Nel nord-ovest in particolare, a Zamfara, la situazione è rapidamente peggiorata negli ultimi mesi, secondo l’International Crisis Group, un’organizzazione indipendente dedicata alla gestione dei conflitti. Ad esempio, le bande rapiscono sempre di più gli scolari che trovano per strada, per chiedere un riscatto per loro.

Negli ultimi anni, le bande sono state responsabili di migliaia di morti e rapimenti. In ottobre i soldati nigeriani sono riusciti a prendere 187 ostaggi modificare A Zamfara in un grande evento in una foresta.

READ  "La Bielorussia manda immigrati in Polonia", rimprovera Lukashenko ai lituani

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24