Alzheimer I Paesi Bassi sono felici di registrare il primo farmaco per l’Alzheimer che interferisce con il processo della malattia

Aducanumab è oggi registrato come farmaco per la malattia di Alzheimer dalla US Drug Administration (FDA). Gerjok Wilmink, Direttore di Alzheimer’s Holland: “Questo è un passo molto grande. L’aducanumab è il primo farmaco a interferire con i processi della malattia di Alzheimer. Può rallentare leggermente il processo della malattia in alcune persone con MA precoce”.

Alzheimer Nederland è soddisfatto di questa decisione che consente agli americani con malattia di Alzheimer di accedere a questo trattamento medico. Resta da vedere se il farmaco sarà ammesso anche sul mercato europeo. Questo medicinale è efficace solo nelle prime fasi (precoci) della malattia di Alzheimer e non contro altre forme di demenza. Sfortunatamente, per molti pazienti che ora combattono contro la malattia, il farmaco arriverà troppo tardi.

> Visualizza anche le domande frequenti sul farmaco per l’Alzheimer aducanumab

Dubbi nella comunità scientifica su aducanumab

La decisione della FDA di prendere questa decisione ha sorpreso molti esperti. Ad esempio, un importante gruppo di esperti di demenza presso la Food and Drug Administration lo sconsiglia a larga maggioranza. La Food and Drug Administration ha concesso aducanumab in modo condizionale. Product Biogen si impegna ad avviare un nuovo studio su larga scala su aducanumab. Se il farmaco risulta inefficace in questo nuovo studio, la FDA può ritirare la sua registrazione. Tuttavia, ci vorrebbero anni per completare uno studio del genere, in modo che il farmaco possa essere prescritto nel frattempo ai pazienti americani.

Cosa significa questo per l’Europa?

Resta da vedere se anche l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) approverà il farmaco. Segue poi una procedura olandese. Lo abbiamo già descritto Durerà sicuramente fino al 2022 prima che il farmaco fosse disponibile nei Paesi Bassi. L’EMA prenderà una decisione nella seconda metà di quest’anno e potrebbe anche arrivare a una conclusione diversa rispetto alla FDA. Alzheimer Nederland spera che il farmaco venga introdotto sul mercato europeo, a condizioni. Quindi un ampio gruppo di pazienti avrà l’opportunità di utilizzare aducanumab. Questo viene poi fatto all’interno di uno studio scientifico con maggiore supervisione e attenzione agli effetti e agli effetti collaterali del farmaco. Tale impostazione fornirà le necessarie informazioni aggiuntive su; Efficacia, a chi funziona il farmaco e per quanto tempo il farmaco è efficace durante la malattia Ma darebbe anche a relativamente molti pazienti la possibilità di ritardare le prime fasi della malattia.

READ  Qual è il denominatore comune tra un pittore di 500 anni e Corona? "Beh, molto!"

Sono necessarie ulteriori ricerche su aducanumab

Nonostante le buone notizie, sono ancora necessarie nuove ricerche. Il farmaco aducanumab (nome commerciale Aduhelm) può solo rallentare la malattia di Alzheimer nelle persone nelle prime fasi (precoci) della demenza. Oltre all’aducanumab, sono in fase di sviluppo più di 120 farmaci per il morbo di Alzheimer. Quindi speriamo e ci aspettiamo che ci saranno più farmaci in grado di rallentare l’Alzheimer entro dieci anni. Passi importanti verso la prevenzione e la cura.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24