Anche questi paesi non vogliono un divieto sui motori a combustione entro il 2035

L’Unione Europea propone di non autorizzare nuove auto a benzina nel nostro continente entro il 2035. Non tutti gli Stati membri sono d’accordo.

La scorsa settimana, la grande e potente Germania ha annunciato che non avrebbe accettato un divieto dal 2035. Christian Lindner, ministro delle Finanze, ha dichiarato la scorsa settimana che “ci saranno sempre sbocchi per i motori a combustione”. Ha detto che vietarlo non sarebbe stato saggio. Oggi sembra che un certo numero di Stati membri non sia ancora d’accordo su un divieto dal 2035.

alternativa

Lo sono Italia, Portogallo, Slovacchia, Bulgaria e Romania cinque paesi che vedono anche una situazione diversa. Ma nei casi in cui la Germania non ha escogitato un’alternativa, questi cinque Stati membri stanno indicando ciò che vorrebbero che diventasse realtà.

Non vedono il 2035, ma piuttosto il 2040 come la conclusione perfetta del motore a combustione. Nei piani viene menzionato anche l’anno 2035, anche se i cinque Stati membri proporranno poi una riduzione del 90% di CO2. A proposito, questo è stato calcolato in relazione alle emissioni di anidride carbonica nel 1990. Dopotutto, quest’anno è la norma per la futura riduzione di CO2.

Fattori economici e sociali

I cinque Stati membri affermano inoltre che i veicoli commerciali, come camion e furgoni per le consegne, devono dimostrare una riduzione di CO2 dell’80% entro il 2035. Il settore deve anche passare alla mobilità completamente elettrica nel 2040. La lettera degli Stati afferma. “Devono essere create transizioni adeguate e su misura.” La Bulgaria ritiene che la politica climatica debba tenere conto dei fattori economici e sociali. Secondo il paese, ci sono “differenze significative” nel potere d’acquisto tra i paesi dell’UE.

I legislatori dell’UE vietano le nuove auto a combustibili fossili

Tuttavia, l’Unione Europea continua a insistere sul fatto che il 2035 sia l’anno in cui smettere di usare il motore a combustione. Dice che il ciclo di vita del veicolo è di circa 15 anni. Se un motore a combustione interna viene venduto nel 2040, sarà ancora in circolazione dopo il 2050. Ma entro il 2050, il mondo intero dovrà funzionare a emissioni zero, quindi un divieto sui motori a combustione entro il 2040 è troppo tardi. Allo stesso tempo, l’Unione Europea sta preparando un piano che consentirà a tutti gli Stati membri di espandere rapidamente la propria infrastruttura di veicoli elettrici.

READ  Sport Court: il Benfica perde punti in vista del ritorno del CL ad Amsterdam, vince l'Atletico | gli sport

Quando sarà vietato il motore a combustione?

Resta da vedere se il motore a combustione sarà effettivamente vietato nel 2035. L’UE negozierà con tutti gli Stati membri nei prossimi mesi, con l’obiettivo di raggiungere una decisione comune sul divieto.

Hai visto un errore? Mandaci una email. Ti siamo grati.

Rispondi all’articolo:

Anche questi paesi non vogliono un divieto sui motori a combustione entro il 2035

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24