Arrestato in Grecia il leader dei rifugiati del partito di estrema destra Alba Dorata

Un leader latitante del partito di estrema destra Alba Dorata è stato arrestato ad Atene. L’ex parlamentare Christos Pappas, 59 anni, è scomparso da nove mesi. Era un latitante in relazione al massiccio processo contro dozzine di membri della Golden Dawn lo scorso ottobre. Arrestata anche una donna di 52 anni che lo nascondeva.

Pappas è uno dei circa 60 membri del movimento politico di estrema destra condannati al processo. È stato condannato in contumacia a 13 anni di carcere. È il leader del partito Michaloliakos Altri quattro ex parlamentari sono stati condannati per corsa a organizzazione criminale.

Ex politici e membri della Golden Dawn sono stati condannati, tra le altre cose, per tentato omicidio e possesso di armi.

neonazisti

Pappas è stato l’ultimo partito di rilievo non ancora arrestato. È noto per il suo eccessivo interesse per il nazismo ed è stato visto come un importante leader ideologico della Golden Dawn. Una volta era raffigurato con la bandiera nazista mentre insegnava ai bambini il saluto nazista.

Golden Dawn è stata fondata negli anni ’80, in parte da Pappas, sul modello del NSDAP di Adolf Hitler. Nel 2012, il partito ha lanciato una feroce piattaforma anti-immigrazione e anti-establishment nel parlamento greco. Tre anni dopo, Alba Dorata è diventata la terza parte del paese.

Nell’ottobre dello scorso anno, un giudice ha stabilito nel massiccio processo che Alba Dorata era un’organizzazione criminale. La questione è emersa dopo l’omicidio del rapper antifascista Pavlos Visas, da parte dei neonazisti, che era ferocemente critico nei confronti del movimento. La Golden Dawn aveva anche un gruppo di vigilanti che maltrattava gravemente i pescatori egiziani e i sindacalisti comunisti.

READ  Il Bundestag approva una legge che consente alla Merkel di effettuare serrate ovunque | proprio adesso

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24