Brian Roy risponde a Community Service con un fantastico Tweet

Brian è scomparso da Twitter un paio di giorni fa, ma 24 ore dopo è apparso il suo primo tweet. Scrive entusiasta: “Ho finito!”

Durante gli interrogatori della polizia prima del processo, era già chiaro che Brian non aveva rimpianti. Questo è evidente anche dalla sua prima reazione alla punizione, perché era, ovviamente, inevitabile. Su Twitter, Brian pubblica un messaggio con uno screenshot di una conversazione WhatsApp. L’ex miglior calciatore ha scritto: “Mark può servire l’intera comunità nella sua linea..”.

Bryan aveva precedentemente pubblicato su Twitter che il primo ministro avrebbe ricevuto un “colpo in testa” e che credeva che il politico dovesse essere punito e forse anche giustiziato. Si dice che abbia postato il tweet perché stava “combattendo per bambini abusati”. “Sto combattendo per i bambini che sono stati abusati, trafficati e maltrattati”, ha detto durante il suo interrogatorio.

A Brian sono state date 80 ore di servizio alla comunità più un mese di libertà vigilata.

Roy ha fatto il suo debutto all’Ajax nel 1987 quando aveva 17 anni come ala sinistra. Nel 1992 è andato al Foggia italiano e in seguito ha giocato per Nottingham Forest e Hertha BSC, tra gli altri. Ha giocato non meno di 32 partite per la squadra arancione ed è stato allenatore delle giovanili dell’Ajax fino al 2015. Brian è stato sposato con l’emittente Nada Van Ney dal 1993 al 2008, con la quale ha due figli.

READ  I primi commenti di "Occhi di serpente: GI Joe Origins": ne vale la pena?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24