Capo dell’intelligence spagnola espulso dopo aver spiato lo scandalo all’estero

Paz Esteban guida i servizi segreti dall’inizio del 2020. Le succederà Esperanza Castelero, Segretario di Stato alla Difesa e confidente di Robles. Secondo El País, Robles non ha spiegato in modo specifico il motivo per cui Esteban si dimette. Robles ha affermato che l’intelligence spagnola è molto apprezzata a livello internazionale per la sua guerra contro il terrorismo, ma è necessario rafforzare e modernizzare il CNI.

La scorsa settimana è emerso che non solo i separatisti catalani sono stati intercettati, ma anche i telefoni cellulari del primo ministro spagnolo Pedro Sanchez e Robles sono stati violati utilizzando il software Pegasus della società israeliana NSO. E il governo ha annunciato, martedì, che il programma è stato trovato anche al telefono del ministro dell’Interno. Riguardo ai primi due, il governo ha affermato che i dati dei ministri socialdemocratici erano stati rubati. Si ipotizza che dietro questo ci sia il Marocco.

Dopo anni di spionaggio sui separatisti, il partito di sinistra ERC, che difende l’indipendenza catalana ed è un pilastro del governo di minoranza in Parlamento, ha emesso un ultimatum. Se Madrid non prenderà misure per ripristinare la fiducia, il partito non sosterrà le politiche del governo.

Il capo dell’intelligence Esteban ha ammesso la scorsa settimana davanti a una commissione parlamentare che la CNI aveva intercettato i telefoni di 18 separatisti catalani, incluso il primo ministro regionale Pere Aragon. Ha confermato che la magistratura aveva dato il permesso di farlo.

READ  La NATO tace sul ritiro richiesto dal Cremlino dall'Europa orientale

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24