che dire? Corona può diventare una specie di endemico, ma cos’è?

Spesso le domande apparentemente semplici sono le più difficili a cui rispondere. Come stai? Ogni settimana cerchiamo di trovare una risposta a queste domande. Questa volta: Corona può diventare una specie di endemico, ma cos’è questo?

Da pandemia a endemica

Da un tour di una rivista scientifica temperamento natura Si scopre che gli scienziati partecipanti si aspettano che il coronavirus passi da pandemia a endemico ad un certo punto. La parola “endemico” si ritrova sempre più anche in altri media. Cosa significa endemismo? Qual è la differenza tra una pandemia e un’epidemia?

Cos’è l’endemismo?

Se la malattia è endemica, significa che la malattia o il responsabile della malattia dorme sempre in secondo piano. Quindi la malattia non è andata via o sradicato, ma può essere controllato, ad esempio, con la vaccinazione, l’istruzione o entrambi. Ad esempio, l’influenza è endemica. I virus dell’influenza sono sempre presenti, ma a causa del vaccino antinfluenzale, ad esempio, le epidemie su larga scala non si verificano molto spesso. A proposito, non è che una condizione endemica dica qualcosa su quanto una persona sia malata per qualcosa, riguarda solo la sua prevalenza. Malattie molto gravi e minori possono essere endemiche.

Il fatto che la malattia sia endemica o meno varia da paese a paese e talvolta anche da regione. La poliomielite o la peste, ad esempio, non sono endemiche nei Paesi Bassi, ma in Pakistan e Afghanistan. Ad esempio, la peste si verifica su questa scala in Congo e Madagascar. Supponiamo che un olandese abbia in qualche modo contratto la poliomielite nei Paesi Bassi, non stiamo parlando immediatamente di endemismo. Questo è spesso indicato come un’infezione sporadica.

READ  C'è la possibilità di mutazioni terrificanti? ``Il virus trae vantaggio dall'essere meno letale'

disaccordo

Mentre molte malattie endemiche possono essere controllate, la malattia o l’agente patogeno possono diffondersi più velocemente del previsto. O che un nuovo creatore di malattie appaia sulla scena che farà ammalare molte persone in un dato momento, come nel caso del coronavirus all’epoca. Se ciò accade, si parla di epidemia.

Un’epidemia non deve necessariamente essere nazionale, perché la definizione si riferisce principalmente al fatto che ci siano più casi di malattia di quanto si pensasse in precedenza. Tuttavia, questo è spesso il caso.
Se si tratta di un’epidemia locale, viene spesso definita focolaio. Nei primi anni ’90, per esempio, c’è qualcos’altro epidemia di poliomielite Nel nostro Paese tra la popolazione dei luoghi dove abitano molte persone che per motivi religiosi preferiscono non farsi vaccinare.

pandemia

Una volta che un’epidemia si estende oltre i confini nazionali di un individuo e persino in tutto il continente, viene definita pandemia. Ad esempio, il COVID-19 è considerato una pandemia. Una volta che qualcosa diventa una pandemia, non sempre deve esserlo. Quindi gli scienziati interrogati dalla natura credono che il coronavirus e il COVID-19 alla fine diventeranno endemici. Non si sa se e quando ciò accadrà.

(Marrone: WHO CDC, Nature, Pubmed, Harvard, RIVM, AD)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24