Clemens Westerhof è l’unico allenatore olandese a vincere la Coppa d’Africa

Il nuovo calcio

La Coppa d’Africa è in pieno svolgimento in Camerun. Clemens Westerhof è l’unico allenatore olandese che finora è riuscito a vincere questa coppa.

Clemens Westerhof (a destra) nel 1981 come assistente allenatore dell’allenatore del Feyenoord Jesek. Foto: Marcel Antunes / Anefo via il Archivi Nazionali

Nel 1988 Guus Hiddink ha vinto la prima Coppa dei Campioni con il PSV Eindhoven e poi Rinus Michels ha vinto il Campionato Europeo con l’Orange. Il mondo era aperto agli allenatori di calcio olandesi, incluso Clemens Westerhof.

Il 10 luglio 1989 è stato nominato capo allenatore della nazionale nigeriana. All’inizio di quell’anno, la NFA ha contattato la Dutch Coaches Association, attirando l’attenzione dei nigeriani su Westerhof. Non sono mai stato in Nigeria. Ho letto che la capitale, Lagos, era conosciuta come inferno africano. “Ma non mi spavento così facilmente”, ha detto l’audace Westerhof alla trasmissione di Andere Tejden Sport nel giugno 2014.

avventura tropicale

È stato uno dei primi allenatori di calcio olandesi a dedicarsi a un’avventura così strana. Il calcio in Nigeria è stato poco sviluppato alla fine degli anni ’80. Si è anche rivelato un paese con un sistema politico duro. Le cose peggiorarono quando il generale Sani Abacha prese il potere con un colpo di stato nel 1993. “Abacha è visto come il dittatore più potente che la Nigeria abbia mai visto”, ha detto Edwin Schoon, autore del libro. forza della pallaÈ un libro sulla politica e il calcio in Africa. “Abacha ha distrutto tutto ciò che puzzava di democrazia.”

A Westerhoff però non importava della situazione politica: “Non devi farti coinvolgere dalla politica e seguire la tua strada, altrimenti tocca a te”. Ma aveva buoni legami politici. Secondo Venidi George, uno dei fuoriclasse nigeriani dell’epoca, Westerhof riuscì a raggiungere il miglior allenatore. “I problemi sono stati risolti molto rapidamente”.

READ  Sport in breve: l'eroe della tribù Sergei Shubenkov può andare alle partite dopo essere stato assolto | sport

Nonostante la cultura della paura creata da Abacha, non era sicuro in Nigeria. Tuttavia, Westerhof dice di aver sempre dormito bene la notte. “Perché avevo una magnum sotto il cuscino. Ne avevo anche una nell’armadio e un fucile a doppia canna.”

Coppa d’Africa

Dopo che Westerhof non riuscì a qualificarsi per la Coppa del Mondo del 1990, gli fu dato il tempo di riformare la squadra. Nel 1990, la Nigeria raggiunse immediatamente la finale della Coppa d’Africa, dove perse contro l’Algeria. Alla Coppa d’Africa del 1992, la squadra è arrivata terza dopo aver perso in semifinale contro l’arcirivale Ghana. Westerhof ha messo insieme una squadra nazionale coesa. George: Prima di salire al Westerhof, tutti andavano e venivano a loro piacimento. Ma Westerhof ha cambiato tutto questo. La squadra è diventata un’unità.

L’approccio è riuscito. Giocatori come Jay-Jay Okocha, Sunday Oliseh, Nwankwo Kanu, Fenedi George e Daniel Amokachi hanno avuto successo anche nei principali club europei, grazie in parte all’approccio di Westerhoff.

Con giocatori di successo, la Nigeria ha vinto la Coppa d’Africa nella primavera del 1994. Ma non è stato solo il buon calcio a portare al profitto. Nel libro di Shawn, Westerhoff dice: “Perché pensi che non abbiamo perso una partita in casa tra il 1989 e il 1994? Ogni arbitro che fischiava per noi a Lagos in quel momento riceveva TV a colori, $ 5.000 e due donne ogni sera”.

super aquile

I Super Eagles in Nigeria hanno suscitato scalpore ai Mondiali dell’estate del 1994. La squadra è arrivata addirittura prima del girone con Argentina, Bulgaria e Grecia. Ma anche il successo aveva preparato la trappola. Anche durante i Mondiali, Westerhoff ha perso la presa sui suoi giocatori: “Non riuscivo più a raggiungere l’unità. L’ho visto sfuggirmi di mano”. La squadra è stata infine bloccata contro l’Italia, che in seguito ha raggiunto la finale. L’allenatore è stato allenato con la Nigeria e viceversa. Westerhof si è dimesso subito dopo la sconfitta contro l’Italia.

READ  Tokyo invita le sorelle De Brouwer | sport

Poi il suo assistente Joe Bonfrere subentrò e vinse la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta. Dopodiché, l’era d’oro del calcio nigeriano si è lentamente conclusa. Nel 2005, a Westerhoff è stato nuovamente chiesto di diventare l’allenatore della nazionale della Nigeria. Ha rifiutato l’offerta.

Nel maggio 2019, 25 anni dopo aver vinto la Coppa d’Africa, ha finalmente ottenuto la casa per le vacanze promessa dal governo nigeriano. Era contento di lei, ma ha comunque continuato a vivere in Olanda.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24