Cliente fa causa a Canon per aver disabilitato la funzione di scansione quando la stampante esaurisce l’inchiostro – Computer – Notizie

Tanto tempo fa, in una terra lontana, viveva un uomo che lavorava nel dipartimento di informatica di un’università. L’università aveva una stampante ed era molto popolare… Solo la carta continuava a bloccarsi. Ma come gli esperti di computer, hanno hackerato il driver della stampante per rilevare il problema e inviare un avviso in modo che qualcuno potesse estrarre la carta. Non perfetto
Ma il mio lavoro.

Un giorno la nuova stampante fu donata al dipartimento. All’inizio erano molto felici finché non si accorsero che il driver della stampante era pieno di errori. Di conseguenza, l’intera stampante non funziona correttamente. A peggiorare le cose, non è stato facile risolvere tirando la carta.

Il protagonista era un buon programmatore, quindi ha chiesto al produttore il codice sorgente in modo da poter riparare da solo la sua stampante. Il produttore ha rifiutato, con suo disappunto, il codice sorgente doveva essere tenuto segreto e i bug erano solo una parte del prodotto che aveva acquistato. Questa difficile situazione lavorativa era molto diversa da quella a cui era abituato dai colleghi scienziati che erano abituati a condividere le conoscenze per raggiungere insieme i migliori risultati.

In quel momento, l’uomo si rese conto che i computer che amava tanto avevano un lato oscuro e pose la domanda che oggi domina sempre più le nostre vite: “Se tutto il mondo gira su computer e tutti i computer eseguono software, allora chi è il responsabile? Software?”

Capì che sarebbe stato un brutto mondo se lasciassimo che le nostre vite fossero controllate da programmi segreti in computer sigillati, scritti dal miglior offerente su richiesta del venditore meno scrupoloso. Dittatura digitale.

READ  CD Projekt RED prevede di rilasciare l'aggiornamento di nuova generazione per Cyberpunk 2077 alla fine del 2021

Dopo aver riflettuto a lungo, mi rendo conto che l’unico modo per evitare un mondo del genere è assicurarsi che le persone abbiano il diritto di sapere come funziona il software che dirige e controlla le loro vite. Questo diritto da solo è di scarsa utilità se non sei in grado di cambiarlo. Devi quindi avere anche il diritto di modificare, installare e condividere questo software con altri.

Decise di lasciare il lavoro e avviare un’impresa per scrivere un nuovo sistema operativo che mettesse al primo posto l’utente e non gli interessi commerciali del produttore. Raccolse intorno a sé persone che la pensavano allo stesso modo e si mise al lavoro. Il suo lavoro è stato caratterizzato dalla licenza che ruota attorno ai “diritti civili digitali”.
– Il diritto di utilizzare il software nel modo che preferisci, inclusa la copia.
– Il diritto di cercare e modificare programmi e di condividere le tue modifiche con altri.
Tuttavia, ha una limitazione speciale, ovvero non è possibile rimuovere la licenza. Se si passa il software a un’altra persona (ad esempio, come parte di una stampante), è necessario concedere a tale altra persona gli stessi diritti con cui ha acquisito il software, comprese eventuali modifiche apportate dall’utente.

Dopo 40 anni, il suo sistema operativo è diventato il più grande progetto software al mondo e il suo codice gira in ogni casa, in ogni macchina e in ogni tasca. Ma la filosofia alla base di questo lavoro viene spesso dimenticata.

Quest’uomo è ancora vivo e sta ancora combattendo per i diritti degli utenti.
Il suo nome è Richard Stallman.
La sua filosofia si chiama “software libero” (libero, non “libero”).

READ  La NASA converte con successo il telescopio Hubble in attrezzatura di backup - IT Pro - Notizie

https://nl.wikipedia.org/wiki/Richard_Stallman
https://www.gnu.org/philosophy/free-sw.nl.html

Sfortunatamente, questa lotta è ancora necessaria, come dimostra questa tuta. Accettiamo ancora programmi che non sono nel nostro interesse. Sempre più dispositivi (automobili, televisori, telefoni, qualsiasi cosa chiamata “intelligente”) eseguono software che funziona per qualcuno diverso dal proprietario del dispositivo. Software che mira solo a impedire all’utente di fare qualcosa che il dispositivo dovrebbe essere in grado di fare.

Unisciti a noi ora e condividi il programma;
Sarete hacker liberi, sarete liberi!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24