Come faccio a stare zitto/essere più gentile con il mio critico interiore?

Dal momento che Sarah ha subito una lesione cerebrale in un incidente, improvvisamente ha una voce molto ferma e decisa nella sua testa. “È normale avere un file? critico interiore avere? Ce l’hanno quasi tutti? ‘ chiede Sarah (non è il suo vero nome, editore).” Spero di liberarmene perché trovo la mia vita complicata e pesante (coraggiosa) da quando sono arrivato critico interiore. “

Nuova sezione: richiesta di amicizia

In questa nuova rubrica settimanale Richiesta di amicizia Presentiamo le domande dei lettori sulla salute a uno dei nostri esperti. Hai anche una domanda urgente sulla salute per un medico di famiglia, un ostetrico, un dietologo o uno psichiatra, inviala per posta a [email protected] e probabilmente vedrai presto la risposta qui.

Secondo lo psicologo sanitario Bjarne Timonen, quasi tutti hanno una voce critica nella loro testa, ma questo non è fastidioso per tutti, figuriamoci un problema. Timonen scopre che questo suono è presente in quasi ogni forma di disturbo psicologico.

“Guarda, per esempio, le persone che hanno un Bruciato. Sono sempre molto autocritici, si pongono troppo in alto e quindi – nel loro senso – sono sempre inferiori. Il perfezionismo è la caratteristica principale delle persone che soffrono di burnout”.

L’autocritica dopo il danno cerebrale

Inoltre, secondo Timonin, non è affatto strano che Sarah sia disturbata da questa voce dopo il suo incidente. “Mi imbatto spesso in questo: (estrema) autocritica dopo un danno cerebrale e quindi la perdita di alcune funzioni cerebrali. La tua vita non è più quella di una volta. Potresti essere meno attivo, cose che prima eri in sostanze positive come la dopamina e la serotonina non funziona più per te.

READ  Dipendenza, ansia e depressione: l'agonia nascosta del malato di Parkinson

“Di conseguenza, puoi sviluppare sintomi di depressione, abbassare la fiducia in te stesso e influenzare la tua immagine di te stesso. Forse c’è anche vergogna che non sei più il tuo vecchio sé e puoi soffrire di colpa per te stesso: non potrei farlo più per prevenire questo incidente?

Come controlli questa voce critica? Timonin dice per autocompassione. In altre parole, praticando il tuo dialogo interiore. “Puoi farlo mettendo una mano sul tuo cuore e augurandoti qualcosa di carino. Di’ a te stesso che ti prenderai cura di te stesso. Questo tocco e pensieri positivi calmano il tuo sistema nervoso.”

muovere la mente

Lo psicologo Timonin consiglia a Sarah di essere gentile con se stessa e di prendersi cura di se stessa mangiando bene, dormendo bene ed esercitandosi bene. “Quest’ultimo in particolare è molto importante dopo una lesione cerebrale. A causa degli arresti, siamo tutti più consapevoli che mai che stare seduti (dentro) fa male. Non solo per la tua salute fisica, ma anche per la tua funzione cerebrale. Se hai una lesione cerebrale, il tuo cervello deve creare nuove connessioni, puoi farlo più velocemente attraverso il movimento.

Se la voce cupa nella testa di Sarah si rivela cronica e non vuole andarsene, Timonen le consiglia di parlare anche con il medico di famiglia, o per un rinvio ad uno specialista o comunque per alcune conversazioni con un’infermiera dello studio. “Almeno prendi sul serio quel suono.”

Il nome di Sarah era fittizio. Il suo vero nome è noto agli editori.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24