Come TrueBike di TrueKinetix migliora le salite di Alette, Eric e Wijnand

il mio annuncio

Durante le vacanze, gli appassionati di ciclismo non vedono l’ora, perché nei mesi invernali si gettano le basi per una stagione ciclistica di successo. Tuttavia, in questo periodo, non si può evitare di andare in bicicletta al chiuso: un’attività che non piacerà a tutti gli appassionati di ciclismo. TrueBike rimuove molti degli aspetti meno piacevoli dell’allenamento indoor, come hanno sperimentato tre dei nostri lettori durante una visita a TrueKinetix.

TrueKinetix è una startup olandese che ha visto la luce nel 2018. Il fondatore ed ex atleta di triathlon Bas van Ryns ha un background come ingegnere meccanico e ha dovuto allenarsi molto al chiuso in inverno. In un articolo pubblicato in precedenza, ha spiegato cosa ha dovuto affrontare, e in parte a causa di ciò ha perso la qualificazione per i Campionati del mondo Ironman alle Hawaii. La linea di fondo è che ha scoperto che su una bici a volano – la configurazione naturale per l’allenamento al chiuso – stai lavorando gruppi muscolari molto diversi da quelli che usi normalmente quando vai in bicicletta all’aperto.

“TrueBike si muove bene, non il severo che conosco da altri allenatori”

Ha calcolato dal suo campo che era necessario un volano da 450 kg per essere in grado di offrire la resistenza che una bicicletta normale avrebbe offerto insieme agli elementi naturali. Questo ovviamente non è sorprendente e, da un punto di vista logistico, comporta anche i necessari dilemmi.

Quindi, TrueKinetix ha creato un trainer per bici controllato da computer che calcola la resistenza utilizzando l’intelligenza artificiale. Il motore appositamente progettato esegue 10.000 calcoli al secondo per determinare la potenza con una precisione dello 0,1%. Questo ti permette di allenarti in modo più efficiente e concentrato. Puoi leggere di più su questo nella nostra recensione all’inizio di quest’anno.

Lettori in visita

Alcune settimane fa, abbiamo chiamato i nostri lettori per comunicarci il nostro obiettivo di ciclismo per il 2022. Il primo venerdì di dicembre, i tre tester si sono riuniti presso la sede di TrueKinetix a Hillegom alle 10:00. Dopo una breve presentazione e un giro dell’impianto di assemblaggio a tre minuti di distanza, è arrivato il momento per i tre di cambiarsi d’abito e conoscere per la prima volta la TrueBike.

READ  L'Ajax porta il miglior portiere ad Amsterdam quest'estate

“TrueBike funziona in modo fluido e simula bene il ciclismo all’aperto. Questo mi aiuterà sicuramente a imparare ad arrampicare meglio”

Poiché TrueBike afferma di essere migliore dei concorrenti che controllano i bike trainer basati sul volano, sono stati selezionati tre lettori con esperienze diverse. Ad esempio, Alette (53) è un’appassionata utente di Zwift. Wijnand, 49 anni, ha avuto brutte esperienze con un istruttore di bici. Una volta l’ha provato in inverno, ma poi è giunto alla conclusione che non era adatto a lui. Eric, 53 anni, non aveva familiarità con gli stage e fino a poco tempo non usava Zwift, Rouvy, Sufferfest o altre app.

partecipanti

Eric (53 anni)
Vivendo a Maiden Beamster, Eric è originariamente un corridore e pratica diversi sport in cui la stabilità di base è importante. A causa di infortuni e maltempo, da circa tre anni è un fanatico della bicicletta su un trainer indoor. Prima su una macchina come la conosciamo anche in palestra, e ora su una bici da corsa. “Prima su un Tacx nudo e questo è ovviamente molto noioso. Con le app di oggi, è molto sopportabile ora e mi sto divertendo sempre di più. Lo faccio ora quattro o cinque volte a settimana. È avvincente”.
Obiettivo bici: “Voglio migliorare la mia bici all’aperto allenandomi al chiuso. Mi piace arrampicare meglio e usare quella, ad esempio, Alpe d’HuZes. “


Allitt (53 anni)
Alitt di Harlem andava molto in bicicletta, anche durante le vacanze in Francia, Austria, Italia e Slovenia. Sette anni fa ha conosciuto suo marito durante un viaggio in bicicletta. Ha trascorso molto tempo sulla sua moto e l’ha presentata ad Allitt. Adora allenarsi in inverno ed è un’appassionata utilizzatrice di Zwift su Tacx. Questo inverno vuoi concentrarti di più sull’arrampicata.
Obiettivo bici: Durante la Pasqua era sempre in viaggio con un gruppo di amici nelle Ardenne. “Poi ho sbattuto le palpebre due volte e non erano più in vista. Quest’anno voglio essere in grado di tenere il passo un po’ più a lungo”.


Wijnand (49 anni)
Wijnand viene da Nieuw-Vossemeer nel Brabante occidentale, uno degli hotspot ciclistici dei Paesi Bassi. Dopo aver giocato a calcio per anni, la caviglia ha iniziato a fargli male. La corsa non è migliorata molto, quindi ha comprato una bici da corsa dopo molte riflessioni. All’inizio solo la domenica mattina, ma diventava sempre di più. Voleva sempre di più e poi ha cercato di coltivare dentro. Non gli è piaciuto ed è per questo che al momento non ha un bike trainer al suo interno.
Obiettivo bici: Nel 2022 vuole fare un lungo giro in bicicletta di 200-250 chilometri.

READ  Sport Short: un duro colpo a LeBron James con i Los Angeles Lakers | sport

Prime esperienze

Ciò che colpisce di TrueBike dopo un primo sguardo è che non ci sono prese. Il sistema genera la propria elettricità pedalando. Inoltre, una volta completata la struttura in acciaio, è stata scelta plastica riciclabile. Due plus in termini di sostenibilità. Ma alla fine si trattava solo di rispondere alla domanda: come funziona effettivamente?

Un po’ fuori dall’attaccante. “Ciò che mi colpisce positivamente è che la TrueBike si muove bene. Non la rigidità che conosco da altre scarpe da ginnastica su cui mi sono seduto. Inoltre, è davvero stabile, quindi puoi stare in piedi sui pedali senza preoccuparti per uno sprint veloce, ad esempio.” Eric Riding Advance bike trainer per la prima volta: “Tutto è meglio di quanto sono abituato”, ride, dopo aver appena rimbalzato. “TrueBike funziona in modo fluido e simula molto bene il ciclismo all’aperto. Questo mi aiuterà sicuramente con le mie capacità di arrampicata. Penso che sia fantastico, è davvero fantastico. “

Anche il suo partner Michel si allena molto al chiuso e TrueBike offre una soluzione per questo: grazie alle sue numerose posizioni e marce, puoi condividere facilmente un trainer per bici. TrueBike è stata anche un’ispirazione per Wijnand. “Non avevo mai sentito parlare di TrueKinetix prima e ho pensato: ‘Fammi provare'”, afferma de Brabander, che inizialmente ha rifiutato uno stage dopo un precedente tentativo. “Mi piace stare sulla strada per molto tempo e se stai fermo per ore su un trainer per bici… No, non era niente. Ma è completamente diverso, è come stare seduti fuori sulla tua bici”, giudica Wijnand dopo il primo conoscenza.

READ  Xian Fleming rilascia una dichiarazione: "Mi aspettavo un piano d'azione dalla leadership" | calcio

meglio salire

Come sottolineano Alette, Eric e Wijnand, la TrueBike è più naturale che se la tua bici da corsa fosse fissata a un trainer per bici con un volano. La riprogettazione del cockpit – da cui è possibile azionare la TrueBike e il relativo schermo dati – e il vano motore rendono la TrueBike 2.0 più gradevole rispetto alla prima versione. Trattandosi di un bike trainer indipendente, la bici da corsa, mountain bike, cross bike o gravel bike può rimanere nel capannone. Tutto quello che devi fare è abbinare la pedivella, la sella e il manubrio della TrueBike a quelli della tua bici e l’allenamento indoor invernale può iniziare.

Le paludi olandesi non sono generalmente una base ideale per escursioni in alta montagna. TrueBike lo cambia. Grazie alla scelta del motore al posto del volano, la pressione sulle gambe viene distribuita uniformemente durante la pedalata, così come all’esterno. Certamente quando si pedala ad alta cadenza in salita, c’è un punto in cui il volano prende il sopravvento durante la rivoluzione. Di conseguenza, non viene esercitata alcuna forza sui pedali per un periodo di tempo, il che provoca una maggiore fluttuazione della forza.

In poche parole, questo significa: il volano ti aiuta solo un po ‘, quindi ti stai allenando in modo inefficace. Anche questo non corrisponde alla realtà, poiché i tuoi muscoli non ottengono un riposo normale e quindi sono costantemente sotto stress. TrueBike lo imita nel modo più accurato possibile. Inoltre, nel negozio virtuale TrueKinetix puoi scegliere tra più di quattrocento marce, in modo da poter salire sulla marcia perfetta e non dover cambiare la cassetta, come con il volano.

I nostri partecipanti possono testare la TrueBike a casa per tre settimane dopo la visita. Chiederemo loro delle loro esperienze in un prossimo articolo che sarà pubblicato all’inizio del 2022.

responsabile:
TrueKinetix è un media partner di WielerFlits e in questo modo supporta la nostra piattaforma.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24