Commedia Ernesto Weser

Eye Filmmuseum offre un programma online con i primi film sul comico italiano Ernesto Wasser (1876-1934). Avvolto nella sua contagiosa anarchia è l’archetipo del personaggio comico ancora oggi popolare: il maschietto.

Molti appassionati di cinema saranno facilmente in grado di raccogliere almeno alcuni nomi dai primi comici americani: Charles Chaplin, Buster Keaton, Laurel e Hardy e forse Harold Lloyd. Ma europea? E mentre qualcuno come il comico francese Max Linder è stato una grande fonte di ispirazione per Chaplin, senza Linder non ci sarebbe Chaplin.

Quindi è fantastico che l’Eye Film Museum offra ora un programma sul comico italiano Ernesto Vaser (1876-1934), che può essere visto gratuitamente tramite Eye Film Player. I film del periodo 1909-1913 provengono dall’archivio Al-Ain, ma il programma è di Festival del cinema muto olandese (NSFF). La musica per pianoforte di accompagnamento di Daan van den Hurk, che è anche il direttore dell’NSFF, è stata registrata dal vivo lì l’anno scorso. Alcuni film hanno i sottotitoli in tedesco, che purtroppo non lo sono.

Torino
Intorno al 1905, l’Italia iniziò a competere con l’industria cinematografica francese di successo internazionale. Una strategia era semplicemente quella di acquistare talenti cinematografici francesi come André Did, Raymond Dandy (meglio noto come Cree Cree) e Marcel Fabre. Deed ha continuato a lavorare in Italia dove è diventato cretiniti e faber robinette.

Fu Faber a scoprire il talento di Vaser e ad aggiudicargli un contratto con la Ambrosio Films. Lì Visser lavorò tra il 1905 e il 1912 e il suo personaggio si chiama Frico. Nel 1912 Vaser si trasferì alla Itala Film, dove visse la vita di Fringuelli. Ignoriamo il fatto che tutti questi personaggi sono chiamati con nomi diversi all’esterno: è abbastanza sconcertante. Entrambe le case di produzione avevano sede a Torino, dove nacque anche Vaser. Le strade di Torino fanno da sfondo alla fotografia all’aperto.

READ  F1 in breve | Nuovo cambio per Hamilton e Verstappen, nessuna penalità in griglia

Abha Nabil
Vaser è un uomo piccolo e tozzo con un viso espressivo. Per gli standard odierni, lui e altri attori a volte fanno facce sciocche, ma all’epoca era una cosa comune, anche perché il linguaggio del film era ancora giovane e sofisticato. Vaser interpretava spesso un gentiluomo in abito formale e cappello. I personaggi comici di Wasser desiderano disperatamente appartenere alla borghesia, ma nonostante lo smoking e la dispersione delle banconote (come in felice anno nuovo!) non sono realmente accettati.

I film stessi sono semplici. Ogni inquadratura è una scena, all’interno delle inquadrature non c’è ancora il montaggio. I movimenti della fotocamera sono rari, al massimo privazione. Le commedie sono girate in uno stile tableau in cui sia il primo piano che lo sfondo sono nitidi. Questa profondità di campo è perfetta per gli inseguimenti in cui i personaggi corrono diagonalmente attraverso l’inquadratura da dietro a davanti. felice anno nuovo! (“Felice anno nuovo!”) del 1909 è un esempio buono e divertente. Questo stalking è un motivo ricorrente nei fumetti, così come le fastidiose suocere brutte, solitamente interpretate da uomini in abiti femminili.

C’è qualcosa di disordinato negli inseguimenti, specialmente se colpiscono in faccia chi è al potere, come nell’arguzia. bottiglia blu (“La mosca”, 1911). In questo, Frico è molestato da una fastidiosa bottiglia blu: vediamo il filo con cui viene spostato. Ogni volta che vuole colpire al volo, colpisce qualcuno in faccia o in testa, da un interlocutore a un poliziotto. Così la fricot finisce in prigione, accompagnata, ovviamente, dalla bottiglia blu.

In che misura questo caos contagioso sia la reazione della società borghese italiana, dove molti volevano salire la scala sociale, è alimento per gli storici.

READ  Il giornalista della BBC si rammarica ma non crede di aver offeso la signora D | Si scopre

caos e distruzione
In alcuni film, Fricot cerca disperatamente di catturare le donne, sempre invano, con comportamenti del tutto inaccettabili ai tempi di #MeToo. nel divertimento Al cinema guardi… ma non tocchi (“Looking at the Cinema… But Not Touching”, 1912) Vaser segue una donna nel cinema, seduta accanto a lei. Pensa di fare sesso con il suo piede, ma i piedi appartengono a una (brutta) donna seduta dietro di lui che ha messo le gambe in avanti. Quando la donna a cui sta pensando si rende conto che Vaser sta flirtando con lei, cambia posto con il suo fidanzato. Indovina chi scambia un bacio con lui e poi batte di nuovo la testa.

In un’altra commedia, Vaser è sotto la tutela della moglie e della suocera. Per sfuggire a loro, si reca di nascosto a Parigi con il pretesto di deporre fiori lì con un amico. Nel climax molto divertente, si nascose nel canile, dopo aver inizialmente causato molto caos e distruzione.

I film dei primi anni ’10 contengono espedienti rudimentali e frammenti di animazione. Un simpatico effetto speciale si trova nel film campione d’incassi in cui Fringuelli – questa volta vestito con un abito squadrato – acquista un enorme sombrero per completare il suo look fresco e moderno. uno sguardo. Vediamo come il sombrero può essere usato come un grande ombrello e una rete da pesca, tra le altre cose. Ma nei momenti casuali e spiritosi, gli spigoli vivi di un cappello gigante possono anche essere visti tagliare la testa a qualcuno. Il risultato è un bellissimo trucco in stile Georges Méliès.

Vaser potrebbe non essere il miglior comico italiano, ma i sette cortometraggi sono interessanti anche perché mostrano la fonte storica di un genere comico globale: l’uomo-bambino, una grande creatura piagnucolona, ​​impulsiva e immatura. Un genere che ha riguadagnato enorme popolarità negli ultimi due decenni ed è bene rendersi conto che le sue radici risalgono a più di un secolo fa.

READ  "Questa morbidezza ti rende incredibilmente insicuro" | Colonne e vista

Guarda la commedia di Ernesto Wasser (sette cortometraggi, 55 minuti insieme) da guardare gratis Tramite lettore di film fai-da-te | Maggiori informazioni sui primi fumetti italiani possono essere trovate in questo Recensione dell’articolo di Evo Bloom.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24