Coronablog – De Croo: “Senza vaccini ora la situazione sarebbe catastrofica, ma i firewall dovrebbero essere più alti”

Jan Gambon è soddisfatto delle decisioni prese nell’ambito del comitato consultivo. Il primo ministro fiammingo si trova attualmente a Dubai, dove si sta organizzando una settimana fiamminga all’Expo mondiale. Così ha partecipato a distanza all’incontro online, ma è rimasto soddisfatto del risultato.

Il Covid Safe Ticket (CST) sarà implementato nelle aziende di ristorazione fiamminghe dal 1 novembre. In passato sono state poste domande sull’efficacia di una tale misura – secondo Gambon e il suo leader del partito, Bart de Wever (N-VA), non previene l’infezione da corona – ma stasera sembra che sia stato il settore stesso a chiederselo. “E penso che dovremmo ascoltare i settori in primo luogo”, ha detto il primo ministro fiammingo.

Attraverso l’app CST, ai visitatori può anche essere impedito di dover indossare nuovamente una maschera per la bocca in un bar o in un ristorante. Questa maschera per la bocca esplode anche quando mangi o bevi, il che può causare confusione. Secondo Gambon, i dipendenti degli esercizi di ristorazione dovranno sempre indossare una maschera per la bocca, poiché ciò riguarda il rapporto dipendente-datore di lavoro.

Il CST deve essere offerto anche nei negozi di fitness a partire dal 1° novembre. Secondo il primo ministro fiammingo evitare il turismo fitness nelle periferie fiamminghe.

Come membro della N-VA, Jambon avrebbe preferito non invocare il Pandemic Act. Ma “ma siamo anche legali”, sembrava.

READ  Vandenbroek: "Il 70% dei pazienti Covid è stato vaccinato negli ospedali fiamminghi e il 60% è in terapia intensiva".

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24