Cosa dice la scienza sul tuo mese di nascita?

La grande differenza in astrologia è che la scienza riguarda la stagione e non il giorno in cui sei nato. E ovviamente è stato scientificamente studiato.

In uno studio della Columbia University, gli scienziati hanno analizzato i dati di 1,75 milioni di persone, nate tra il 1900 e il 2000, che sono state curate presso l’ospedale universitario. È stato riscontrato che i nati in inverno hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari. Questo probabilmente ha qualcosa a che fare con l’ambiente in cui nasce il bambino, comprese le variazioni stagionali di vitamina D e allergeni.

Se sei nato a gennaio, hai il 17% in più di probabilità di avere il disturbo bipolare rispetto a se fossi nato a settembre. Questo è secondo uno studio del 2012 che ha esaminato se il mese di nascita influisce sulla salute mentale delle persone. Gli scienziati hanno analizzato i dati di quasi 60.000 pazienti dalle statistiche ospedaliere nel Regno Unito.

Uno studio su piccola scala dell’Università dell’Arkansas Pine Bluff suggerisce che è più probabile che i bambini di gennaio e febbraio diventino famosi in seguito. I ricercatori hanno esaminato più da vicino 100 celebrità, dai politici agli atleti e ai cantanti. La maggior parte di loro si trovava nella costellazione dell’Acquario (21 gennaio – 19 febbraio). Successivamente, il sondaggio è stato ampliato a duecento e poi a trecento celebrità. Fino ad allora, il risultato è ancora valido.

Se sei nato in primavera, hai anche maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari, secondo una ricerca della Columbia University. Lo studio ha anche scoperto che le donne che hanno partorito tra maggio e settembre avevano maggiori probabilità di avere problemi di fertilità.

READ  Perché le città percepiranno il cambiamento climatico più velocemente e più duramente?

E secondo uno studio ungherese su piccola scala, i bambini primaverili sono più ottimisti delle persone nate in autunno o in inverno.

Secondo lo stesso studio ungherese, si dice che gli sbalzi d’umore dei bambini siano maggiori in estate che in inverno. Tuttavia, hanno meno probabilità di avere il disturbo bipolare o la schizofrenia. Questo può riguardare anche la vitamina D. Un bambino nel grembo materno può assumere meno vitamina D in inverno. Questo può influenzare lo sviluppo del cervello.

Un altro studio indica che è più probabile che sia un nottambulo e che dorma più tardi se è nato in estate. Se hai partorito in inverno, di solito vai a letto presto.

È più probabile che tu sviluppi disturbi respiratori, riproduttivi e neurologici se sei nato in ottobre e novembre, sempre secondo uno studio della Columbia University. Ma ci sono anche vantaggi: lo stesso studio ha scoperto che i bambini che cadono vivono più a lungo dei bambini che cadono.

Lo studio ha anche confermato uno studio precedente che ha rilevato più ADHD nei bambini nati in autunno, con un picco a novembre. Uno studio australiano ha mostrato che i bambini più piccoli nelle classi della scuola primaria hanno il doppio delle probabilità di assumere farmaci per l’ADHD rispetto ai loro coetanei più grandi. È probabile che i bambini più piccoli della classe siano un po’ più occupati, semplicemente perché sono più piccoli, e quindi alcuni sono erroneamente classificati come ADHD.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24