Delta Lancia. Questa berlina compatta è ancora leggendaria

Caro amante del classico

Goditi le storie quotidiane di auto d’epoca gratuite nella tua e-mail e iscriviti gratuitamente.

Nel 1979 viene presentata al pubblico la nuova Lancia Delta. La Lancia Delta era il risultato del progetto Y5, avviato nel 1974 dal capo del dipartimento di sviluppo di Lancia – Sergio Camovo. Giorgetto Giugiaro ha curato le linee. Il modello angolato in realtà è diventato il primo modello premium autonomo del mercato che ora è visto come Classe C, con un numero crescente di altri produttori che offrono modelli di hatchback compatti a trazione anteriore.

La Delta è stata l’unica Lancia nella storia ad essere nominata Auto dell’Anno. Gli fu concesso di detenere il prestigioso titolo nel 1980. Dal 1987 al 1992 Lancia ha vinto il titolo costruttori del Campionato del Mondo Rally (WRC) sei volte di fila con Delta, e Lancia ha vinto anche il titolo piloti quattro volte in questo periodo. Questo porta il totale a dieci campionati del mondo in sei anni. grande traguardo.

Piattaforma Ritmo, assale posteriore diverso

Nessuno osò prevederlo durante il Lancia Delta Show nel 1979. La Delta era fondamentalmente una berlina di lusso con un cappotto italiano. La tecnologia è nata sulla base della madre Fiat. Tecnicamente, Lancia ha utilizzato per la sua prima Delta una Fiat Ritmo del 1978. Entrambe le vetture erano a trazione anteriore, ma i membri della famiglia differivano tra loro per quanto riguarda il telaio. Il RItmo aveva balestre trasversali nella parte posteriore. Lancia Delta ha appena ricevuto una versione migliorata dell’asse posteriore Camuffo. In breve: questa era una combinazione di tiranti, stabilizzatore e ruote a molle indipendenti, un’applicazione che è stata utilizzata anche su altre varianti Lancia dal 1972.

Moto e delta svedesi

Inizialmente, i motori SOHC Lampredi 1301 cc e 1498 cc erano disponibili per la maggior parte dei mercati. In quei primi anni la SAAB-Lancia 600 era a disposizione anche dei paesi nordici, che dovevano colmare il vuoto nella SAAB del 1980 a causa della scomparsa della SAAB 96. In poche parole, la Delta era dotata di un impianto di riscaldamento dotato di per il mercato scandinavo. Era disponibile solo con il motore da 1498 cc (85 CV) e non era affatto un affare. Oggi è raro, ma tecnicamente le vendite non hanno rotto i vasi SAAB-Lancia.

READ  L'Italia può avviare il piano di rilancio con 24,9 miliardi di euro

Motori sempre più potenti, mini motorino di avviamento per il sud Europa

Dal novembre 1982 la Delta era disponibile anche con motore da 1585 cc, installato dalla Lancia nella versione GT. Con questo alimentatore Lampredi DOHC, infatti, sono state poste le basi per massicci successi in seguito. Ho iniziato con l’HF Turbo (con doppio carburatore Weber, Garrett T3 turbo e intercooler), che ha prodotto 131 cavalli. Dal 1986 (anno in cui Delta ricevette, tra l’altro, una nuova calandra e modifiche agli interni) sono stati iniettati motori 1.6. Successivamente Lancia ha implementato anche la tecnologia del catalizzatore all’interno della famiglia Delta. In quel periodo, inoltre, Lancia pubblicò anche una Delta con un motore da 1116 cc (noto dalla Fiat 128, tra gli altri) e questo era specificamente destinato ad alcuni mercati dell’Europa meridionale.

sfondamento

Nel frattempo, Delta è stata una svolta matematica. Alla fine del 1986, debuttò la HF 4WD con un motore Lampredi Turbo da 2 litri di Thema. A quel tempo era già chiaro che il rischioso Girone B era stato abolito dalla FIA. Era questo il gruppo in cui Lancia era attiva con il motore a trazione integrale Delta S4 sviluppato appositamente per i rally. Curiosamente, un fatale incidente S4 in Corsica (Henri Toivonen e il suo assistente Sergio Cristo hanno perso la vita lì) è stato uno dei motivi per cui la FIA ha rimosso il Gruppo B dal calendario. Per alcuni mercati, la S4 era disponibile anche in versione Street: Stradale. È stato introdotto nel 1985 per motivi di omogeneità ed è stato costruito per tre anni.

READ  La società dietro la Borsa di Amsterdam sta valutando opportunità di acquisizione negli Stati Uniti

rally di successo

Lancia, che si è già affermata nel corso del raggruppamento con Stratus e 037, ad esempio, ha sviluppato una nuova origine per il Gruppo A. Si trattava della HF Integrale, apparsa negli showroom dei concessionari Lancia come arma da strada nel 1987 e che nello stesso anno conquistò subito il titolo Mondiale Piloti e Costruttori nel rally di Gruppo A. Lancia è diventata campione del mondo del Gruppo A altre cinque volte con le sempre più sofisticate Delta racing come costruttore.

Integrale anche come versione stradale che si fa sempre più bella e robusta

Anche l’HF Integrale fu migliorato e divenne sempre più potente come la versione stradale dal 1987 in poi. Ad esempio, c’erano doppi fari, i passaruota crescevano in larghezza e la potenza aumentava fino a superare i 200 CV. Inoltre, Lancia ha rilasciato edizioni speciali come Delta Martini 5 e 6, Blu Lagos e Bianca Perla. Anche una spider personalizzata è stata disegnata da Gianni Agnelli sulla base dell’Integrale. La vetta della Lancia Delta serie Tuttavia, era l’HF Integrale Evoluzione II. Grazie ai necessari miglioramenti tecnici (compresa l’elettronica del motore modificata), questa versione è diventata la variante più veloce e potente con 210 CV, se derivato S4 non conta.

Turbodiesel e iena

Dal punto di vista economico, fu sviluppata anche la prima Delta, in quanto era disponibile anche un buon 1.9 turbodiesel sul modello Lancia, andato in pensione nel 1994. Negli ultimi anni della prima serie di Delta, Zagato produceva ancora il Hyena, che tecnicamente si basava sull’HF Integrale Evoluzione. La iena è stata un’idea per il restauratore di auto d’epoca olandese e collezionista di auto Paul VG Cote. Voleva una versione coupé della HF Integrale World Multiple Rally Champion. Questo è venuto ed è stato costruito in numero limitato per diversi anni. Nel 1994 venne ufficialmente ritirata la prima generazione di Delta, anche se fino al 1995 fu l’ultima serie italiana di 173 integrale Sono state vendute copie. Questa era la collezione del rivenditore HF Integrale, una bellissima serie verniciata bordeaux con cose come alluminio spazzolato, un pulsante di avvio e interni in pelle Recaro.

READ  A che ora iniziano le qualifiche per il Gran Premio di Francia? (2021)

Pochi dei califfi di successo

Lancia ha costruito altre due generazioni di Delta. Delta Nova (1993-1999) e Delta di terza generazione (2008-2014) sensibile al gusto (2008-2014) non hanno avuto molto successo nelle vendite. Delta era primitivo. Non solo sono stati costruiti per oltre quattordici anni: Lancia ne ha costruiti anche oltre mezzo milione. Ha avuto successo con Delta in molti modi. E anche leggendario in piscina.


Sei un fan dei classici e ami gli articoli gratuiti? Quindi prendi in considerazione l’abbonamento alla rivista di stampa Auto Motor Klassiek. Questo atterrerà sullo zerbino ogni mese solo per un contributo annuale. Ricco di materiale di lettura interessante, soprattutto per gli appassionati di classici. Abbastanza da tenerti lontano dalle strade per diversi giorni. E se ciò non bastasse, stai anche contribuendo all’intera piattaforma per e attraverso gli appassionati di classici. Inoltre, questo abbonamento ha più vantaggi. Dai un’occhiata al link sopra per maggiori informazioni.


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24