Deludente perdita di punti di Orange contro la Polonia; Depay sbaglia un rigore nell’ultima fase | calcio

Van Gaal non è stato accecato dalla sconfitta per 6-1 contro i polacchi nella precedente partita della Nations League contro il Belgio. “Penso che il 6-1 dia un’impressione sbagliata. Era 2-1 fino al 65′ e sono finiti solo più tardi. Potrebbe essere una caratteristica della squadra polacca, che l’hanno lasciata correre dopo. Non va bene, ma non c’era molta differenza di qualità tra Belgio e Polonia”.

Dopo la vittoria della cosiddetta opzione B in trasferta contro il Galles, Van Gaal è caduto ancora una volta in Polonia contro la squadra che venerdì scorso ha sconfitto in modo convincente i belgi. La squadra si era spostata dalla vittoria per 4-1 a Bruxelles. Il capitano Virgil van Dijk, mandato in vacanza, è stato sostituito da Stefan de Vrij, che indossava la fascia da capitano a Cardiff, ma ora è al braccio di Memphis Depay. L’allenatore della nazionale ha fatto anche un cambio sotto la traversa. Jasper Cillessen ha dovuto lasciare il posto a Mark Flex. Ciò significava effettivamente il quarto nazionale per Limburger, che non aveva mai giocato un internazionale all’età di 28 anni.

Mate Kasch festeggia il sorprendente gol di apertura della Polonia.

Mate Kasch festeggia il sorprendente gol di apertura della Polonia.

Van Gaal va matto per Felix, perché è bravo a giocare a calcio ed è quello che ha dimostrato a volte il portiere del Friburgo, ma in termini di parate, quello che ha mostrato all’Orange non è ancora così impressionante. In un raro tentativo della Polonia, la palla arriva direttamente su De Kuip. Flick è stato eliminato con un tiro nell’angolo più lontano di Matty Cash, che Daly Blind gli ha dato una grande opportunità per attaccare.

READ  "Essere terzo è il limite per il Feyenoord"

Il gol di Cash, inglese i cui nonni sono emigrati dalla Polonia in Gran Bretagna, è stato il quinto gol in quattro nazionali per Flick, che non aveva mai superato la nazionale olandese. Dopo la pausa seguirà anche il sesto gol.

La squadra arancione, che già ha avuto una grande occasione per aprire le marcature da Davy Klassen, ha dato ai polacchi esattamente ciò di cui avevano bisogno con il gol che è stato facilmente accettato. Gli europei dell’Est che hanno giocato una specie di partita casalinga a De Kuip, perché metà dei tifosi erano di origine polacca ed erano molto rumorosi, hanno costruito un solido muro davanti alla loro porta e hanno reso il calcio molto difficile per l’Orange. Se necessario, usando un’ascia affilata, Frenkie notò che de Jong doveva resistere a un forte calcio.

Preoccupazioni per Louis van Gaal dopo 1-0.

Preoccupazioni per Louis van Gaal dopo 1-0.

A questo punto della partita, è diventato chiaro che il tanto amato sistema 3-4-1-2 di Van Gaal è più adatto contro gli avversari, che vogliono anche giocare a calcio in prima persona, che contro una squadra che erige un muro. L’arancione era quasi sempre a metà dell’avversario, poiché gli spazi erano minimi. La palla spesso finiva sui fianchi, che non avevano spazio per scattare, quindi anche l’effetto sorpresa era molto minore. Il momento più pericoloso è stato il tiro di Stephen Burgess, quando il portiere polacco Lukasz Skorupski ha regalato un rimbalzo. Tuttavia, è stato colpito da Blind.

Dopo un primo tempo poco attraente, la partita è iniziata dopo l’intervallo con tre gol in dieci minuti, che includevano il controllo del VAR per tre volte. In tutti e tre i casi, gli obiettivi sono rimasti. In primo luogo, la trappola del fuorigioco è stata aperta in modo errato per l’arancione, dopodiché due polacchi si sono precipitati su Flick e Piotr Zielinksi ha messo la palla in porta. L’assistente arbitro ha alzato la bandierina, ma il video assistente arbitro ha concluso che non era fuorigioco.

READ  WB Il ciclocross sulle nevi della Val di Sole dovrebbe diventare un trampolino di lancio per le Olimpiadi Invernali

Immediatamente dopo lo 0-2, l’arancione ha segnato un bersaglio tramite Davy Classen. I polacchi hanno protestato contro la presunta violazione di Stephen Bergwijn, ma il VAR ha rimesso il marchio di “buono”. Tre minuti dopo è stato colpito ancora, questa volta da Denzel Dumfries, ma anche in questo caso l’assistente arbitrale ha alzato la bandiera. Anche questa volta il bersaglio è rimasto intatto dopo aver tracciato le linee dietro lo schermo.

Denzel Dumfries stringe la presa dopo 2-2.

Denzel Dumfries stringe la presa dopo il 2-2.

Dopo la folle fase di apertura del secondo tempo, in De Kuip è emerso un quadro di gioco più dinamico. La Polonia ha lasciato le posizioni difensive ed è andata più in attacco, con l’Orange che non ha esercitato la stessa quantità di pressione sul Belgio. Non è diventato troppo pericoloso, ma l’arancione non è riuscito a diventare troppo pericoloso a questo punto della partita. Nonostante abbia introdotto tre nuovi poteri dopo 65 minuti di gioco. Cody Gakbo, Jordan Teese e Tyon Kompiners si sono uniti alla squadra davanti a Klassen, Jorian Timber e Stephen Burgess. Quindici minuti prima della fine, Van Gaal ha anche sostituito Steven Bergwijn per Watt Wighurst, vincitore dell’andata in Galles.

Nella fase finale, l’arancione ha giocato a pieno regime sulla vittoria e si è guadagnato i pali contro il muro, ma la palla non è caduta bene. Depay sbaglia un calcio di rigore e pochi istanti dopo ha visto un superbo colpo di testa del portiere Skorobsky da sotto la traversa. Pertanto, la meritata vittoria non è arrivata agli imbattuti Orangemen sotto la guida dell’allenatore della nazionale Van Gaal.

READ  Sport corto: De Boer e Kamenga battono il record olandese | sport

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24