Denuncia contro gli acquirenti di certificati bioptici falsi • Janssen: Conclusioni sull’effetto delta precoce

Un negozio dovrebbe includere le vendite online quando si negozia uno sconto sul noleggio? Sì, ha detto il giudice in una cosiddetta pronuncia pregiudiziale in una causa tra il marchio di moda Scotch & Soda e il proprietario dell’immobile. Ciò potrebbe significare che i rivenditori otterranno uno sconto di noleggio inferiore per le vendite perse a causa delle misure Corona. La decisione finale verrà presa all’inizio di agosto.

Il giudice ritiene che “non è irragionevole” che una parte del volume delle vendite normalmente effettuate nei negozi confluisca nel negozio online. La Corte ritiene pertanto che sia irragionevole ignorare questa rotazione.

L’associazione di categoria InRetail trova il ragionamento del giudice “sorprendente”, afferma il regista Jeroen van Dijken in The Radio NOS 1 Notizie. “Diciamo: affitti un edificio e l’affitto dipende da dove si trova l’edificio, da quanti clienti entrano e da quante vendite fai. Il tuo negozio online non ha nulla a che fare con questo. È un canale di vendita completamente diverso”.

Inquilini e proprietari si accordano tra loro su sei contratti di locazione su dieci, afferma Van Deken. Inoltre, il fatturato di Internet è sempre stato ignorato. Secondo Van Dijken, nei casi in cui non esiste un accordo tra l’inquilino e il proprietario, questo include se sono incluse o meno le vendite online.

“Speriamo solo che questi quattro su dieci possano concludere un accordo il prima possibile”, afferma Van Deken. “Vorremmo che tutti potessero iniziare da zero. Una dichiarazione così temporanea non aiuta, poiché porta a ulteriori disagi”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24