Di nuovo immune all’infezione per almeno 13 mesi dopo aver contratto il corona

Un ufficiale della difesa conduce un test corona presso il sito di test XL a GGD.
Foto: Robin Utrecht

Chiunque sia stato infettato da SARS-CoV-2 è immune da molto tempo. La ricerca dell’Università di Oxford mostra che l’immunità alla reinfezione con la variante delta dura almeno 13 mesi.

In una pubblicazione dell’American Infectious Diseases Society, i ricercatori di Oxford affermano che i paesi con carenza di vaccini dovrebbero considerare di ritardare le vaccinazioni o i richiami per i pazienti precedentemente infetti per aumentare l’accesso.

In totale, nello studio sono stati seguiti e testati più di mezzo milione di pazienti COVID-19. La protezione da precedenti infezioni da reinfezione era dell’85,4%. La protezione complessiva da infezioni pregresse – c’erano anche altre variabili – è stata dell’85,7% ed è durata fino a 13 mesi. I pazienti di età superiore ai 65 anni avevano una protezione leggermente inferiore.

3 milioni

Nel nostro Paese, quasi 3 milioni di olandesi sono già stati contagiati dal corona; Quindi avranno una grande protezione contro la variabile delta. Gli autori hanno pubblicato questo articolo la scorsa settimana e la variante dell’omicron non è stata ancora presa in considerazione. I virologi tengono conto del fatto che le precedenti infezioni da corona forniscono anche un’immunità a lungo termine contro la variante dell’omicron.

Leggi anche: Come sarà il nostro futuro: sarà un’influenza in più o una battaglia in corso contro il virus?

READ  La NASA lancia la missione Lucy per studiare gli asteroidi troiani su Giove - IT Pro - Notizie

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24