Dieci giorni di modalità hard non-stop: 200 DJ tentano di battere i tentativi di record mondiale

La prima scelta è stata Techno e House, quest’anno verranno mostrati solo sottogeneri con uno stile forte e hardcore. A Raghosing è sembrata una scelta logica: “L’hardcore è un prodotto olandese, dopotutto è un pezzo di eredità culturale”.

“Fai qualcosa per mettere i DJ olandesi sulla mappa”

Dopo la chiusura dell’anno scorso, Raghosing sperava di tornare al pubblico quest’estate. Ma con l’ennesima chiusura della vita notturna, quella non era un’opzione. “L’anno scorso pensavamo che tutto sarebbe stato aperto quest’anno, ma in realtà siamo tornati al punto di partenza”, afferma Rajosingh. “Tutti i club hanno dovuto chiudere di nuovo e volevo fare qualcosa per mettere i DJ olandesi sulla mappa”.

Raghosing ha invitato i colleghi a registrarsi tramite i social media. Quinn Gill ha risposto: Ha giocato lunedì scorso dalle 13.00 alle 14.00. buon tempo; Poiché il tentativo di registrazione avviene giorno e notte, alcuni DJ devono stare dietro il giradischi nel bel mezzo della notte.

Giles inizialmente ha suonato in uno stile solido e hard-core, ma si è concentrato anche su casa e techno durante la pandemia. “È una buona idea ampliare i tuoi orizzonti durante questo periodo, così puoi girare in più posti in seguito.” Apprezza i fedeli fan dell’hardcore e dell’hardcore: “È una grande famiglia”.

Jill vive nei Paesi Bassi, partecipano anche DJ provenienti da Belgio, Germania e Francia. Rajosingh dice che tra loro ci sono grandi nomi, ma ci sono anche artisti junior. “Ad esempio, è coinvolto anche un ragazzo con sindrome di Down, che prima aveva giocato solo in soffitta e non aveva mai giocato. Il teatro si alzò».

READ  IFFG Buitenbios inizia a Lingewijk Gorinchem

Dopo la mezzanotte, la spina verrà scollegata dalla trasmissione in diretta dopo più di duecento ore di funzionamento. Ma il nuovo record non è ancora una realtà. Gli osservatori del Guinness World Records devono prima verificare tutti i materiali. “A causa della pandemia, nessun osservatore è riuscito a entrare, quindi abbiamo installato dieci telecamere per filmare tutto senza sosta”.

Raghosing ricorda una campagna di successo: “Abbiamo avuto spettatori dall’Australia e dagli Stati Uniti. Evoca davvero un senso di comunità, che è speciale”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24