diretto | Donna ucraina partorisce in ospedale britannico dopo essere fuggita dalle bombe russe | All’estero

Potete trovare il live blog di venerdì 17 giugno quaggiù

Una donna ucraina partorisce in un ospedale britannico dopo essere scappata dalle bombe russe

Una donna ucraina è nata in un ospedale di Nottingham dopo essere sfuggita alle bombe russe in Ucraina.

Lesia Hussar, 41 anni, ha dato alla luce il figlio Richard il 12 giugno, dopo aver viaggiato per più di 1.900 miglia nel Regno Unito dalla sua casa a Chernivsti, nel sud-ovest dell’Ucraina.

Hussar ha potuto inviare un messaggio al marito, che lavora nell’esercito ucraino, grazie al personale del Nottingham City Hospital. La coppia ha già una figlia di 14 anni, Renata, che attualmente vive con la madre a Woodthorpe, Nottingham.

“Sono così grato a tutti, alla mia famiglia ospitante, ai loro vicini e al personale ospedaliero qui a Nottingham”, dice Hussar. “Ero così stressato durante la mia gravidanza che i medici dicono che potrebbe spiegare perché Richard era così giovane quando è nato, ma è stato un tale sollievo essere accudito a Nottingham da medici e ostetriche così amichevoli e competenti. Amo il mio paese e Voglio tornare presto in Ucraina, spero quest’estate, ma la guerra deve finire prima che io possa riportare i miei figli lì”.

14:45 Consulta il consulente europeo per i rifugiati ucraini

L’ex vice primo ministro ed ex leader del partito laburista Ludwik Asher è stato nominato “Consigliere speciale” del commissario europeo Nicolas Schmidt. Secondo il portavoce in questa posizione, consiglierà il Lussemburgo sulla “questione dell’integrazione dei rifugiati ucraini nel mercato del lavoro europeo”.

Ciò conferma un messaggio di NOS all’inizio di sabato. Secondo una dichiarazione rilasciata dalla Commissione europea, Asher avrà il compito di inventariare i primi rifugi di emergenza per rifugiati e integrarli nei paesi europei. Controllerà anche il loro alloggio, l’istruzione e l’assistenza sanitaria.

Secondo NOS, è un lavoro non retribuito che svolge in aggiunta al suo lavoro. Asscher ha lavorato come consulente in un’agenzia di regolamentazione per diversi mesi.

Il presidente ucraino visita Mykolaiv sul fronte meridionale

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è recato nel sud del Paese per visitare la città di Mykolaiv, vicino al fronte. La città è stata vicina ai confini dall’inizio della guerra a febbraio. Zelensky ha visitato la strada bombardata dove, tra l’altro, un condominio è stato colpito da un missile. Ha incontrato le autorità locali su quello che sembrava essere un rifugio di qualche tipo. Questa è la prima visita del presidente in città dallo scoppio della guerra.

Zelensky lascia raramente la capitale, Kiev, per quanto ne sappiamo. Alla fine di maggio ha visitato Kharkov, la seconda città del Paese, anch’essa in primo piano.

READ  I leader dell'UE accettano il boicottaggio petrolifero della Russia sulla guerra in Ucraina | Attualmente

Le truppe russe avanzarono rapidamente dalla Crimea alle rive meridionali del Dnepr, che attraversarono vicino alla città di Kherson, 50 chilometri a sud di Mykolaiv. Mikolayiv è strategicamente situata sul fiume Bow, sulla strada da Kherson a Odessa, il porto principale dell’Ucraina.

12.55 Boris Johnson: L’Ucraina dovrebbe semplicemente organizzare l’Eurovision Song Contest

Il primo ministro britannico Boris Johnson ritiene che l’Ucraina dovrebbe essere in grado di organizzare l’Eurovision Song Contest l’anno prossimo. Venerdì è stato annunciato che la European Broadcasting Union (EBU) non considera l’organizzazione dell’evento lì come una sicurezza alla luce della guerra in Ucraina. Il Regno Unito è ora considerato un’alternativa.

L’Ucraina ha vinto il concorso canoro in Italia nella scorsa edizione. Tradizionalmente, il vincitore dell’evento è colui che organizza la prossima edizione. “Ovviamente mi piacerebbe se fosse organizzato in questo paese, ma la verità è che hanno vinto e quindi se lo sono meritato”, ha detto Johnson alla stampa dopo aver visitato Kiev. “Ecco perché penso che dovrebbero.”

L’emittente ucraina UA: PBC non è felice di annunciare che non sarà autorizzata a tenere l’Eurovision Song Contest il prossimo anno. In una lettera firmata dal ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko, dall’emittente televisiva Chernotytsky Mykola e dall’ex vincitore Ruslana (2004) e dalla Kalush Orchestra Oleh Psiuk (2022), UA:PBC afferma che l’EBU ha preso la decisione “senza discussione”.

12:30 La Germania indaga su centinaia di crimini di guerra in Ucraina

L’Ufficio federale di polizia criminale (BKA) ha condotto indagini su diverse centinaia di possibili crimini di guerra commessi dai russi in Ucraina, ha riferito il capo dell’Ufficio federale di polizia criminale, Holger Munch, sul quotidiano tedesco Welt am Sonntag. Secondo Munch, il Dipartimento investigativo criminale è alla ricerca specifica di leader militari e politici per questi crimini e non solo degli stessi autori.

“Finora abbiamo già ricevuto centinaia di indicazioni in questa direzione”, ha affermato il presidente della BKA. “Questa è la parte più difficile della nostra indagine. È un pezzo di puzzle complesso.”

Secondo Munch, l’obiettivo dell’FBI è “identificare i responsabili delle atrocità, provare le loro azioni attraverso le indagini e assicurarli alla giustizia”. Quest’ultimo, tra l’altro, deve essere svolto nella stessa Germania sulla base della giurisdizione universale, che consente di processare determinati reati, indipendentemente da dove nel mondo sono stati commessi.

Il Federal Bureau of Investigation (BKA) sta assistendo nelle sue indagini dai servizi di intelligence tedeschi (BND). Ad esempio, hanno registrato conversazioni radiofoniche di soldati russi in cui hanno parlato apertamente di atrocità contro i civili.

READ  Una agghiacciante dichiarazione di un banchiere sull'omicidio di una porno star olandese | All'estero

Munch sottolinea che l’indagine potrebbe richiedere del tempo, poiché molte indagini sulla guerra in Ucraina sono ancora nelle fasi iniziali. Anche la Germania vuole inviare investigatori in Ucraina, ma ciò richiede mandati internazionali.

10.10 L’Ucraina vuole riprendere i negoziati con la Russia ad agosto

Il capo negoziatore ucraino David Aratsgamia ha dichiarato sabato a Voice of America che Kiev non vuole riprendere i negoziati di pace con Mosca fino alla fine di agosto. Secondo Arshamia, l’Ucraina lancerà contrattacchi sui russi prima di quel momento, il che darà al paese una migliore posizione negoziale.

“Penso che condurremo un’operazione di contrattacco in più punti”, ha detto il capo negoziatore, senza approfondire.

I negoziati di pace tra Kiev e Mosca iniziarono poco dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Tuttavia, i colloqui si sono presto conclusi. I rappresentanti dei due governi non si incontravano da fine aprile e le trattative a distanza si sono arenate.

Entrambi i paesi si incolpano a vicenda per la mancanza di una svolta. Sia la Russia che l’Ucraina stanno ora cercando di migliorare la loro posizione negoziale attraverso successi militari.

09:10 Ucraina: un’altra nave russa è affondata dopo l’attacco

Un ufficiale dell’esercito ucraino ha detto che una nave russa, che stava consegnando armi all’isola strategica di Snyk, è affondata venerdì dopo essere stata colpita da missili ucraini.

La locomotiva, denominata Vasily Peach, è stata colpita oggi dai missili forniti dalla Danimarca all’Ucraina ed è stata gravemente danneggiata. “Più tardi è diventato chiaro che la nave è affondata”, ha detto il governatore militare di Odessa Maxim Marchenko in un videomessaggio a Telegram. L’agenzia di stampa tedesca DPA non è stata in grado di confermare in modo indipendente l’affermazione di Marchenko. La Russia non ha ancora risposto all’attacco.

Si dice che la nave fosse diretta verso l’isola di Snek, a circa 35 chilometri a sud della costa ucraina. L’isola è importante per l’accesso al Mar Nero. Da lì, i russi potrebbero bloccare il traffico marittimo da e verso l’Ucraina meridionale. La Russia ha preso il controllo dell’isola all’inizio della guerra, ma in realtà non è sotto controllo. Ci sono molti combattimenti intorno all’isola.

La Vasili Bech non è la prima nave russa ad essere persa dalla guerra con l’Ucraina. La Russia aveva precedentemente confermato la perdita dell’ammiraglia della Moskva della flotta del Mar Nero.

Le vendite di droni statunitensi in Ucraina potrebbero essere a rischio

Fonti informate hanno affermato che il piano del governo statunitense di fornire all’Ucraina quattro grandi droni che possono essere armati di missili è in dubbio. All’interno del Pentagono si teme che le sofisticate apparecchiature possano cadere nelle mani della Russia.

READ  Un miracolo danese-olandese in lava

Relativo a quattro droni MQ-1C Grey Eagle. L’agenzia di stampa Reuters ha riferito che il piano per venderlo all’Ucraina avrebbe potuto essere già approvato dalla Casa Bianca.

Tuttavia, una delle unità del Pentagono responsabili della protezione dell’alta tecnologia ora teme che i droni possano rappresentare un rischio per la sicurezza se le forze russe li mettessero tra le mani. In particolare, il possesso di apparati radar e di sorveglianza sugli UAV non dovrebbe in nessun caso.

Attualmente è in discussione se l’accordo possa ancora essere attuato all’interno del vertice del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Tuttavia, una persona interessata ha detto a Reuters che non era ancora chiaro quando sarebbe stata presa una decisione in merito. Secondo i documenti del governo, il costo di ciascuno dei citati droni ammontava a circa dieci milioni di dollari (più di 9,5 milioni di euro).

L’Ucraina ha recentemente fatto appello ai suoi alleati affinché forniscano equipaggiamento militare più pesante per la guerra con la Russia. Kiev afferma che avrà bisogno di 1.000 obici, 300 lanciarazzi, 500 carri armati, 2.000 veicoli corazzati e 1.000 droni per sconfiggere i russi.

05.56 Zelensky: l’Ucraina è un membro importante dell’Unione Europea

Secondo il presidente Volodymyr Zelensky, l’adesione dell’Ucraina all’Unione europea sarà di grande valore non solo per Kiev, ma anche per Bruxelles e gli stessi Stati membri. “Questo è il più grande contributo al futuro dell’Europa da molti anni”, ha detto Zelensky in un videomessaggio venerdì.

La Commissione europea venerdì ha raccomandato che l’Ucraina e la Moldova siano nominate membri candidati per l’Unione europea. Ci vorranno anni prima che entrambi i paesi diventino effettivamente membri. Ad esempio, l’Ucraina deve ancora fare molto per ridurre la corruzione e rafforzare la democrazia e lo stato di diritto. Il sigillo di adesione del candidato è stato un forte desiderio del governo di Kiev, soprattutto da quando la Russia ha invaso il paese.

Secondo Zelensky, l’UE ha bisogno dell’Ucraina per garantire la sua forza e indipendenza. Il presidente ha anche affermato che l’integrazione europea avrebbe conseguenze positive per gli ucraini. “Più ci avviciniamo ad altri paesi europei, più opportunità abbiamo per garantire una vita moderna e sicura a tutti gli ucraini”.

07.25 La Russia continua ad attaccare Severodonetsk

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24