Dopotutto Malta non è un tabù per i viaggiatori non vaccinati

Malta voleva consentire solo ai viaggiatori che erano completamente vaccinati contro il Corona da oggi, ma il paese ha abbandonato il suo piano all’ultimo minuto. Dovrebbero invece essere isolati i turisti e i viaggiatori d’affari che non sono stati vaccinati.

Quanto tempo non è del tutto chiaro. Il periodo di 14 giorni è stato finora applicato ai viaggiatori provenienti dai paesi contrassegnati in rosso.

“Saremo il primo Paese dell’Unione europea a farlo, ma dobbiamo proteggere la nostra comunità”, ha dichiarato la scorsa settimana il ministro della Sanità Verney. Malta è stato il primo paese dell’Unione Europea a imporre la vaccinazione come un difficile requisito di ammissione.

L’intenzione è venuta all’isola, dove il numero dei contagi è aumentato notevolmente di recente, per essere criticata dalla Commissione Europea e dagli Stati membri dell’UE. Questa azione pregiudicherebbe il certificato di viaggio europeo. Questo certificato indica se qualcuno è stato vaccinato, guarito dal corona o recentemente è risultato negativo.

A Malta, un’isola a sud della Sicilia, circa l’80% della popolazione è completamente vaccinata, una percentuale più alta che in qualsiasi altra parte del mondo. Il numero di infezioni da corona è salito alle stelle, in parte a causa dei viaggiatori.

La misura deve essere proporzionata

Hanneke van Eijken, professore associato di diritto europeo all’Università di Utrecht, ha dichiarato nel programma radiofonico di ieri sera: Il gol di domani To Viaggiare gratis è un diritto fondamentale dei cittadini dell’UE. Puoi limitare questo diritto solo per motivi di ordine pubblico, sicurezza o salute pubblica. “Quest’ultima categoria non è stata utilizzata prima del corona e non era assolutamente necessaria”.

READ  Morte del braccio destro dell'ex leader sovietico Gorbaciov | all'estero

Van Eijken ha affermato che la stessa Malta non è obbligata ad accettare il certificato Corona europeo. Si chiedeva se l’obbligo di vaccinazione per i viaggiatori fosse proporzionato. Se Malta avesse insistito, la Commissione europea avrebbe potuto rivolgersi alla Corte di giustizia europea. “Il comitato può quindi sostenere che la misura va oltre quanto è assolutamente necessario”. Van Eijken ha indicato alternative come l’obbligo di quarantena, che ora è stato introdotto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24