Due legislatori russi sospesi dopo aver criticato la guerra in Ucraina | All’estero

Lo ha scritto mercoledì sul quotidiano Kommersant. Il loro appello ha suscitato molto interesse internazionale perché ha mostrato che c’era resistenza alla guerra anche all’interno della politica russa.

“Questi deputati hanno offuscato la reputazione del partito con il loro carisma, quindi non c’è più posto per loro nelle nostre file”, ha detto Anatoly Dolgachev, capo del blocco del partito nel parlamento regionale.

In una sessione del parlamento la scorsa settimana, un legislatore ha letto una dichiarazione in cui chiedeva al presidente russo Vladimir Putin di porre fine alla “operazione militare speciale” come descritto dal governo russo. Un altro vice ha sostenuto la chiamata. Il governo regionale e il leader del Partito Comunista hanno accusato il deputato di tradimento e minacciato sanzioni.

Non è chiaro se i due rappresentanti riceveranno altre disposizioni oltre alla loro sospensione. Il governo russo ha inasprito le leggi sulle proteste interne contro la guerra dalla sua invasione dell’Ucraina alla fine di febbraio. Ciò ha già portato a 50 procedimenti penali e centinaia di multe per false segnalazioni e “screditamento” dell’esercito russo.

READ  L'ex proprietario di un bar ha nelle sue mani il destino di Johnson mentre indagano le indagini sul blocco

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24