EssilorLuxottica si arrende e paga il prezzo pieno per GrandVision

EssilorLuxottica acquista circa 5,5 miliardi di euro in quote di proprietà di oltre il 76% di HAL, la società di investimento della famiglia miliardaria Van der Vorm.

prezzo basso

Questo accordo era già stato concluso uno o due anni fa, ma il venditore e l’acquirente hanno litigato di recente in aule di tribunale diverse. Dopo un arbitrato in Svizzera per presunte violazioni da parte della società olandese, è emerso di recente che EssilorLuxottica potrebbe abbandonare l’accordo. Si è anche ipotizzato che l’acquirente potrebbe voler negoziare un prezzo più basso.

Ma dopo uno studio approfondito di tutte le opzioni, EssilorLuxottica ha deciso di non resistere più e di pagare il prezzo originariamente concordato. Con questa transazione, GrandVision ha un valore di circa 7 miliardi di euro, EssilorLuxottica paga 28 euro per azione.

Il pensiero strategico dietro l’acquisizione è ancora buono. “Con il settore in nuova crescita dopo la pandemia, riteniamo che questo sia il momento perfetto per espandere la nostra rete di vendita al dettaglio”, ha affermato la società franco-italiana.

Lavorare durante la crisi del Corona

EssilorLuxottica ora vuole utilizzare “lezioni ed esperienze” dal contenzioso con GrandVision per integrare rapidamente l’azienda acquisita, con quasi 37.000 dipendenti, nella propria organizzazione.

L’oggetto di molte contrattazioni ruotava attorno ai documenti riservati di GrandVision, a cui l’acquirente voleva accedere. Secondo EssilorLuxottica, GrandVision non ha rispettato l’accordo di acquisizione cambiando attività durante la crisi della Corona.

Le azioni sono state la ragione per cui Spectacles Group ha pubblicamente espresso dubbi sulla continuazione dell’acquisizione. GrandVision e l’investitore HAL, l’attuale principale azionista di GrandVision, sostengono da tempo l’operazione.

READ  Dopo il fiume Mitoru nelle Marche

L’acquisizione dovrebbe concludersi il 1° luglio. L’acquisto è stato precedentemente approvato dalle autorità di regolamentazione in molti paesi.

La Commissione europea ha dato la sua approvazione a condizioni a marzo. Alcune catene devono ancora essere vendute per mantenere una sana concorrenza sul mercato, tra cui Dutch Eye Wish.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24