Ex reali italiani rivogliono i gioielli della corona: “È ridicolo che siano in cassaforte”

Tuttavia, Sala non sospetta che il re abbia restituito i gioielli allo stato in quel momento. “Dal momento in cui i gioielli sono stati realizzati fino all’ultima volta che sono stati visti in pubblico, sono sempre stati di proprietà statale”, ha detto dopo l’indagine. “La famiglia reale li ha presi in prestito, ma non erano di loro proprietà”. Secondo lui, non vi è alcuna base in effetti che la famiglia Savoya ora richieda gioielli.

Rivendere i gioielli della corona?

Non è del tutto chiaro cosa voglia fare la famiglia Savoia con i gioielli della corona italiana. “Penso che sarebbe bello mostrarlo agli italiani”, ha detto al Corriere Emmanuel Filiberto Di Savoia. Ma ha aggiunto che da nipote non poteva decidere: “Dipende dagli eredi diretti e da mio padre e dalle sue sorelle. Prendiamo prima le gemme e poi vediamo cosa ne facciamo”.

L’esperto della famiglia reale Alessandro Sala non è sicuro di questo. Secondo lui, in passato la famiglia Savoia rivendicava regolarmente beni dallo stato, ma alla fine furono venduti privatamente. “Libri, dipinti, porcellane, tutto ciò che fa ticchettare il registratore di cassa.” Secondo lui, il discorso della famiglia Savoya sulla sfilata di gioielli è per il bene del palcoscenico: “È probabile che una volta che avranno in mano i gioielli della corona, li venderanno anche loro”.

READ  Più di 200 cavie sono state sequestrate con grave negligenza: "Chi farebbe una cosa del genere?" | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24