Feroce dibattito sul razzismo in Italia dopo la brutale uccisione di un venditore ambulante nigeriano

L’omicidio è avvenuto nella località costiera di Civitanova Marche dopo che la vittima ha tentato di vendere i suoi beni a un uomo di 32 anni e alla sua ragazza. Era morto in quattro minuti.

Ogorchuckwu è stato prima picchiato con il suo stesso bastone, di cui aveva bisogno dopo essere stato investito da un’auto l’anno scorso, poi gettato a terra e picchiato a morte. Sequestrato anche il suo telefono. La scena si è svolta davanti a molti spettatori che non sono intervenuti ma hanno filmato la lotta mortale sui loro telefoni cellulari. Quelle immagini sono state pubblicate sui social media È stato condiviso migliaia di volte.

Un acceso dibattito sul razzismo

Il dramma ha suscitato shock in Italia, dove i migranti in particolare sono spesso oggetto di attacchi razzisti nella stessa regione. Nel 2018, sei migranti africani sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco da un estremista di destra a marzo e nel 2016 un uomo nigeriano è stato picchiato a morte in una strada della zona con intenti razzisti.

Il razzismo strutturale è un problema radicato in Italia, afferma il giornalista Anouk Poon. “Il Paese ha ancora molta strada da fare in termini di diversità nella politica e negli affari, e il razzismo si verifica in molti luoghi. Pensa a un trattamento scadente nel settore dei servizi igienici o nei campi di pomodori, ma lo vedi sui campi di calcio o semplicemente. Su la strada..”

Soprattutto ora che ci sono nuove elezioni a settembre, il dibattito sul razzismo si è riacceso. “In particolare i partiti di sinistra tengono conto dei partiti di destra”, afferma Boon. “I partiti al potere a Marsiglia. Hanno chiaramente un’ideologia nazionalista e vedono gli immigrati come una minaccia”.

READ  Responsabile Area Vendite Italic

Sull’implicazione che la destra non condanni l’omicidio ha reagito con forza. Ad esempio, la popolare candidata al primo ministro Georgia Maloney ha reagito furiosamente a un tweet del genere di un importante giornalista. Ha chiamato una volpe.”

Anche la morte è in gran parte attribuita ai veggenti. “Perché lo filmano letteralmente e lo lasciano accadere. È quasi naturale”, dice Boon.

Il sospetto nega il razzismo

L’imputato, l’operaio italiano di 32 anni Filippo Ferlazzo, è stato arrestato poco dopo l’omicidio e ha fatto la sua prima apparizione oggi davanti al giudice del processo, dove è processato per omicidio e rapina.

In una dichiarazione dal carcere, l’uomo ha affermato di non sapere cosa lo abbia motivato a fare quello che ha fatto. La sua difesa potrebbe voler mettere alla prova la sua salute mentale. Il sospetto nega anche di aver agito da una prospettiva razzista. L’indagine sul movente esatto è ancora in corso, la polizia parla finora’Probabilmente ragioni inutili‘.

Alika Okorchukwu lascia la moglie e un bambino di otto anni. Viveva in Italia da dieci anni e recentemente gli è stato rinnovato il permesso di soggiorno. Il comune ha ora aperto un fondo di emergenza per realizzare i funerali e fornire assistenza finanziaria alla famiglia. La comunità locale nigeriana ha organizzato una grande manifestazione sabato prossimo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24