Fino a tre settimane di quarantena dopo il contatto con un paziente con vaiolo delle scimmie, consiglia GGD | l’interno

La GGD richiede alle persone che sono state in contatto o sono state vicino a qualcuno che è risultato positivo al virus del vaiolo delle scimmie di mettersi in quarantena per un massimo di tre settimane. Si tratta di una misura precauzionale, assicura un portavoce dell’Istituto nazionale di sanità pubblica e ambiente (RIVM), perché molto resta poco chiaro sul virus.

I coinquilini, i contatti sessuali o altri contatti stretti di una persona a cui è stato diagnosticato il virus sono invitati a rimanere a casa. Secondo un portavoce del RIVM, GGD probabilmente richiederà principalmente alle persone che hanno avuto contatti sessuali o contatti cutanei con qualcuno infetto dal virus di andare in quarantena.

Domenica mattina, il RIVM ha detto che devono essere isolate anche le persone che si trovano entro un metro e mezzo da un paziente senza indumenti protettivi per più di 15 minuti. Ma il portavoce ha detto domenica pomeriggio che il consiglio è ormai obsoleto. “Gli esperti GGD stanno attualmente determinando se è necessario rimanere a casa”. Le raccomandazioni saranno discusse di nuovo la prossima settimana.

denunce, contestazioni

Il virus del vaiolo delle scimmie è caratterizzato da vesciche sulla pelle. Prima che appaiano queste vesciche, le persone possono provare affaticamento, linfonodi ingrossati e mal di testa, tra le altre cose. Resta da vedere quanto è probabile che tu abbia un’infezione se sei stato vicino a qualcuno prima che sviluppasse i sintomi. “E’ ancora troppo presto per dirlo”, ha detto un portavoce del RIVM.

La virologa Marion Koopmans ha dichiarato venerdì sera a Op1 che il virus è un fenomeno nuovo e non è ancora chiaro quanto velocemente possa diffondersi:

READ  Commissario europeo stordito dalla polvere per il divieto di auguri di Natale | All'estero

Il consiglio di quarantena è stato trasmesso ai GGD, ma non è stato ancora spiegato sul sito web del RIVM. Secondo il portavoce, il consiglio può ancora essere modificato. “Questo è molto nuovo e ci sarà più coordinamento la prossima settimana”.

Requisiti di notifica

Come nel caso del coronavirus, il tempo di quarantena può essere ridotto se un test dopo pochi giorni mostra che qualcuno non ha il virus, non è chiaro. “È ancora sotto inchiesta dopo quanti giorni puoi testarlo.” Il virus Monkeypox ora ha un obbligo di segnalazione, il che significa che i medici che hanno testato o sospettato di aver avuto il virus devono segnalarlo.

Nei Paesi Bassi sono stati identificati due casi di vaiolo delle scimmie. Secondo un portavoce del RIVM, il luogo in cui queste persone hanno contratto il virus è ancora oggetto di indagine.

L’Austria sta verificando una possibile contaminazione

Un caso sospetto di vaiolo delle scimmie è oggetto di indagine per la prima volta in Austria, riporta l’emittente austriaca ORF. Si tratterà di un uomo di 35 anni della capitale Vienna che è stato ricoverato in ospedale durante la notte da sabato a domenica. Si dice che l’uomo abbia sintomi simili a quelli del virus, come febbre di basso grado e vesciche sulla pelle.

L’indagine dovrebbe mostrare se il paziente è effettivamente infetto dal virus del vaiolo delle scimmie. Secondo l’ORF, i risultati dei test sono attesi domenica sera.

Guarda i video delle notizie più visti nella playlist qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24