Formula 1 Network 2022: Verstappen vs. Hamilton ottiene un nuovo capitolo

Mancano solo otto gare alla stagione 2021 di Formula 1, ma dietro le quinte le persone stanno già guardando come dovrebbe essere la griglia nel 2022. In un mondo duro come quello della classe reale, quasi nessuno è sicuro del proprio posto. Tuttavia, diversi piloti sono già stati riformati per la prossima stagione e con l’estensione del contratto di Lewis Hamilton alla Mercedes, è stato preso ancora una volta un posto in più.

Con l’introduzione di nuovi regolamenti la prossima stagione, la Formula 1 è alla vigilia di una nuova era. Sia le basi che le vetture saranno sistemate, in modo che l’attuale disposizione possa essere mischiata l’anno prossimo. È quindi molto importante per i piloti assicurarsi un posto nella giusta scuderia, mentre i team a loro volta cercano il miglior pilota per il lavoro. Qual è la situazione attuale?

A cominciare dalla Red Bull Racing. Max Verstappen ha un contratto fino al 2023. L’olandese ha una clausola di salvaguardia che gli consente di partire anticipatamente se la squadra si comporta male, ma data la forma attuale della Red Bull Racing, non cercherà un nuovo datore di lavoro tanto presto. Inoltre, Limberger diceva regolarmente ad alta voce che voleva rimanere con la formazione austriaca nei prossimi anni. Quindi possiamo compilare Verstappen prima del 2022.

Chi si siederà accanto a lui è ancora un punto interrogativo. Il suo attuale compagno di squadra Sergio Perez ha un contratto di un anno e il suo posto per la prossima stagione non è ancora certo. Verstappen ha già indicato che vorrebbe mantenere Perez come membro del team e la Red Bull sembra essere molto soddisfatta. Tuttavia, nulla è ancora confermato. Se il messicano quest’anno non riuscirà a impressionare la leadership della squadra, le opzioni – dal punto di vista della Red Bull – appaiono limitate. Per quanto riguarda i piloti della propria scuderia, Pierre Gasly sembra essere il candidato più adatto. Il francese ha molta più esperienza del suo compagno di squadra AlphaTauri Yuki Tsunoda, ma gli è stato permesso di provarlo con la forza principale prima del 2019. Sappiamo tutti come è andata.

READ  L'Italia persegue un uomo che non è andato a lavorare, ma piuttosto mezzo milione ...
Max Verstappen e Sergio Perez

mercedes

Mercedes un posto è di nuovo fuori dal mercato. Lewis Hamilton ha firmato per due anni e quindi servirà i Silver Arrows almeno fino alla stagione 2023. Così, il sette volte campione del mondo inizierà per la seconda volta una nuova era con il team Mercedes.

Il futuro di Bottas appare ancora più incerto. Il finlandese non ha ancora avuto una buona stagione e sempre più media stanno segnalando che Bottas sarà sostituito la prossima stagione. In questo caso, il suo successore più ragionevole sembra essere George Russell. Il 23enne guida in prestito alla Williams, ma sulla carta è un pilota Mercedes alle prime armi. Anche il suo contratto scade dopo quest’anno, il che migliora le sue possibilità di promozione. Secondo vari media, il suo passaggio alla Mercedes è già stato completato, ma ovviamente bisognerà attendere un messaggio ufficiale dai team.

Valtteri Bottas e Lewis Hamilton

Possiamo essere brevi sulla Ferrari. Charles Leclerc è il lungo e si impegna fino alla stagione 2024. Il suo compagno di squadra Carlos Sainz l’anno scorso ha firmato un contratto di due anni, garantendogli un posto fino alla fine del 2022. Date le sue prestazioni stellari finora, sembra che la superpotenza italiana abbia nessun motivo per giocarci.

Carlos Sainz in Charles Leclerc

Anche McLaren ha tutto pronto per la prossima stagione. Daniel Ricciardo ha firmato un contratto di tre anni l’anno scorso e come tale per ora è ancora con il partito. Lando Norris ha annunciato la sua estensione il mese scorso. Ha anche firmato un contratto per diverse stagioni, sebbene il suo contenuto sia rimasto all’interno.

Daniel Ricciardo in Lando Norris

Aston Martin

Anche in Aston Martin probabilmente non dovremmo aspettarci grandi sorprese. Finché la scuderia sarà di proprietà di Lawrence Stroll, probabilmente ci sarà sempre un posto per suo figlio Lance, che si è sviluppato bene nelle ultime stagioni. Inoltre, il team ha compiuto grandi sforzi lo scorso anno per portare il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel.

Nonostante l’inizio difficile per la Germania, difficilmente l’Aston Martin gli mostrerà presto la porta, soprattutto dopo il podio di Baku. Tuttavia, a 33 anni, non è fuori discussione – anche se sembra improbabile – che Vettel ponga fine alla cosa da solo. In questo caso potrebbe entrare in gioco Nico Hulkenberg. Hulkenberg è attualmente il pilota di riserva del team, ma non ha mai nascosto la sua ambizione di tornare in griglia a tempo pieno.

READ  Slitta flangia pompa • Pompa NL
Sebastian Vettel e Lance Stroll

Alpi

Fernando Alonso ha un contratto di due anni con Alpine. La prestazione del due volte campione del mondo è stata finora deludente, ma sia Albine che Alonso hanno sempre affermato che l’attenzione è interamente rivolta al 2022. Quindi sembra improbabile che entrambi si arrendano dopo quest’anno. Esteban Ocon aveva un contratto di un anno che scade alla fine della stagione, ma ha recentemente firmato per altre tre stagioni. Quindi il francese sarà attivo sulle Alpi almeno fino al 2024.

Esteban Ocon in Fernando Alonso

AlphaTauri

Il carattere AlphaTauri è spesso più difficile da prevedere rispetto al tempo. Il team gemello della Red Bull Racing è un segnale di partenza per i giovani piloti, il che significa che il Musical Chair Dance si tiene regolarmente. Pierre Gasly è il pezzo forte della squadra in questo momento. Quindi la domanda sembra essere se il 25enne francese sarebbe interessato ad iscriversi lui stesso. Con le imminenti modifiche alle regole, l’AlphaTauri potrebbe utilizzare un pilota esperto, ma Gasly potrebbe puntare a un posto più avanti in griglia.

Yuki Tsunoda è stato portato in Formula 1 con molto clamore, ma finora è stato molto deludente. La Red Bull lo ha portato in Italia per essere in stretto contatto con il capo squadra Franz Tost. Considerato tutto lo sforzo, non sembra immediatamente ovvio che il 21enne giapponese verrà eliminato dopo una stagione, ma sotto forma di Jorge Phipps, Liam Lawson e Alexander Albon, ha molta concorrenza.

Yuki Tsunoda su Pierre Gasly

La formazione Alfa Romeo 2022 è ancora scritta nelle stelle. I contratti di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi scadono dopo quest’anno. Raikkonen compie 42 anni quest’anno e resta da vedere se il finlandese vorrà continuare per un altro anno (e se alla sua squadra piacerà). Giovinazzi non è necessariamente un volatore alto, ma nelle ultime stagioni si è sviluppato ottimamente. Date le sue origini italiane e gli stretti legami tra Alfa Romeo e Ferrari, è del tutto possibile che tornerà l’anno prossimo.

READ  I bambini corrono dal fratello Ricardo così da poter nutrire gli affamati
Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen

L’Haas attualmente presenta Mick Schumacher e Nikita Mazepin. È probabile che entrambi torneranno a far parte del partito nel 2022. Schumacher ha un contratto da diversi anni e al momento sta facendo bene anche in prima divisione. Mazepin potrebbe non avere la più grande base di fan, ma padre Dmitry con la sua compagnia UralKali è il più grande sponsor della squadra. Inoltre, ci sono voci secondo cui UralKali potrebbe avere il controllo dell’intero caos. Non è un segreto che il conto in banca di Haas sia in qualche modo esaurito.

Nikita Mazepin e Mick Schumacher

Williams

Chi guiderà la Williams nel 2022 rimane un mistero interessante al momento. La superpotenza britannica è indietro da alcune stagioni, ma vuole ritrovare la strada sotto il governo dei nuovi proprietari. Con questo in mente, si potrebbe scegliere di sostituire Nicholas Latifi. Il canadese fa un buon lavoro, ma niente di più. Perde regolarmente il compagno di squadra George Russell e paga il suo posto.

Se Russell sarà ancora lì l’anno prossimo è anche un grande punto interrogativo date le attuali storie Mercedes. Williams ha detto che gli piacerebbe tenerlo, ma se la Mercedes dice a Russell che può andare lì, ovviamente la scelta sarà fatta rapidamente. Il destino di Russell è nelle mani del capo del team Mercedes Toto Wolff, ma se Bottas dovesse essere effettivamente sostituito alla Mercedes, il finlandese potrebbe andare nella direzione opposta. Questa sembra essere l’unica opzione per Bottas, anche se ovviamente la domanda è se lo aspetterà lui stesso. Anche Jack Aitken è un candidato interessante. Ha fatto il suo debutto in Formula 1 con la Williams la scorsa stagione mentre giocava a Sakhir. Anche l’olandese Nick de Vries è stato menzionato nelle corsie come potenziale pilota della Williams.

Nicholas Latifi in un abito di George Russell

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24