Forti piogge in Sicilia in vista di un uragano

La Sicilia, che da domenica è alle prese con piogge torrenziali e inondazioni, giovedì si prepara al secondo uragano in una settimana. Tre persone sono già morte a causa di piogge torrenziali e frane che hanno colpito la regione di Catania, la seconda città della Sicilia, da questo fine settimana. I residenti di questa città dell’isola del sud-est si sono preparati per un’altra ondata di maltempo giovedì.

Stanotte è atteso un uragano mediterraneo

Secondo l’istituto pubblico di ricerca ISPRA, un uragano di tipo mediterraneo si avvicinerà alla costa orientale dell’isola e alla vicina Calabria (la punta dello stivale italiano) da giovedì notte a venerdì. “Sono previste forti piogge e tempeste nel mare costiero con onde alte fino a 4,5 metri”, ha affermato, sottolineando che questi cicloni mediterranei sono più comuni in questa stagione.

I servizi di protezione civile della Sicilia orientale hanno organizzato la veglia arancione. Scuole chiuse a Catania e Siracusa mentre le autorità locali hanno ordinato la chiusura di amministrazioni e tribunali fino a venerdì. I medicani sono sistemi simili a cicloni tropicali a bassa pressione che si formano sul Mar Mediterraneo. L’uragano che martedì ha colpito la città di Catania, accompagnato da 300 mm di pioggia in 24 ore, ha travolto la piazza principale della città.

luoghi sommersi

La televisione italiana ha mostrato le immagini dei pronto soccorso allagati all’ospedale Garibaldi Nesima di Catania, così come l’aula del tribunale. Mercoledì, il quotidiano ha riferito che Antonio Navarra è un meteorologo e capo del Centro euromediterraneo per il cambiamento climatico. Corriere della SeraLa Sicilia, che quest’estate ha anche battuto record di temperatura, è l’epicentro di eventi meteorologici estremi.

READ  Attenzione al "core EU" dopo Merkel

“Stiamo cercando di capire se questi fenomeni diventeranno più gravi con il cambiamento climatico e se la loro natura cambierà con l’aumentare della loro frequenza”, ha spiegato. Secondo la Coldiretti, la principale associazione agricola italiana, le aziende agricole hanno subito danni significativi, compresi uliveti e piantagioni di arance e limoni. I danni alle colture e alle infrastrutture causati dal maltempo in Italia quest’anno sono stimati in 2 miliardi di euro.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24