Gli architetti portano in tribunale il Museo Boijmans per i piani di demolizione

Lo studio di architettura belga Robbrecht & Daem ha avviato una causa contro il Boijmans van Beuningen Museum di Rotterdam. Gli architetti non sono d’accordo a demolire l’ala di vetro del museo che hanno progettato e aggiunto nel 2003.

Il museo è in fase di completa ristrutturazione, pertanto resterà chiuso fino al 2028. Tra l’altro verrà rinnovata l’elettricità e rimosso l’amianto. Ma oltre a queste necessarie modifiche, il museo e il comune di Rotterdam vogliono utilizzare la chiusura per una ristrutturazione più ampia, inclusa parte della nuova costruzione. Lo studio di architettura Mecanoo ha messo a punto un piano per questo. Il cavalletto laterale in vetro da 17 milioni di euro di Robbrecht & Daem non è più incluso in quel piano e quindi deve essere demolito.

Ad oggi non sono stati stanziati i fondi per la versione più completa della ristrutturazione e sono iniziati solo i lavori necessari. Se la ristrutturazione più ampia continua, costerà altri 75 milioni di euro. Il consiglio comunale di Rotterdam voterà giovedì sui piani di ristrutturazione.

‘brutta storia’

I piani di demolizione, inclusi nella proposta del consiglio, sono andati male con gli architetti belgi. Trovano strano che non sia stata fornita alcuna buona ragione per l’incapacità di preservare l’edificio. “Ci veniva costantemente chiesto perché e cosa non andava nell’edificio, ma non era chiaro. Quello che abbiamo sentito è una brutta storia”, ha detto l’avvocato Arnot Gruen alla radio regionale. estuario del Reno.

“Questo tipo di cose è ovviamente difficile per gli architetti. L’hanno costruito e quindi lo hanno dato al museo da usare. La connessione finisce davvero lì, ma poiché vedono che viene trattato in quel modo, si sentono chiamati ad alzarsi in piedi”, Greene disse.

READ  Giro 2021: più forte in maglia rosa la vittoria di Lorenzo Fortunato sul Monte Zoncolan ed Egan Bernal

L’avvocato nota anche che il padiglione è stato costruito nel 2003 per preparare i Boijman al futuro. Quindi gli architetti belgi vogliono prendere in considerazione un progetto alternativo, in cui il loro padiglione sarà ancora in piedi.

Non è ancora noto quando verrà intentata la causa. Mercoledì pomeriggio non è stato possibile raggiungere il museo per un commento.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24