Gli hazara temono per il patrimonio e la sicurezza sotto il dominio dei talebani

Gli hazara, una minoranza sciita in Afghanistan, temono per il loro futuro sotto il dominio dei talebani. Le uccisioni di massa di civili hazara sono avvenute durante l’ex regime talebano negli anni ’90. Sempre nel 2001, a Bamiyan, la provincia prevalentemente Hazara che è la loro capitale culturale, sono state distrutte due statue di Buddha famose in tutto il mondo.

Un videoclip è circolato sui social media a novembre che mostra i combattenti talebani che utilizzano l’area della statua del Buddha, una collina rocciosa fiancheggiata da antiche grotte con murales, come poligono di tiro. Un’immagine che non solo ferisce gli Hazara, ma terrorizza anche.

“Nel 2001 abbiamo sentito i talebani dire che i Buddha sono contro l’Islam”, ha detto l’archeologo Morteza Ahmadi al fotografo Amir Jan, che ha fotografato a Bamiyan per conto della NOS alla fine di novembre. E questo video mostra che i talebani sono ancora ostili alle immagini”.

Attacco alla diversità culturale

Secondo Ahmadi, ci sono molte leggende sulle statue. Localmente, si crede rappresenti due amanti, Shamama e Salsal. “Chiunque abbia visto i volti di questi Buddha sa che hanno le caratteristiche delle popolazioni indigene di questa regione, e quindi fanno parte della storia e dell’identità del popolo Bamiyan”.

La distruzione delle immagini è stata vista come un attacco alla minoranza hazara e alla diversità culturale in Afghanistan. Più o meno nello stesso periodo, secondo gruppi per i diritti umani, sono avvenute uccisioni su larga scala di civili in una parte remota della provincia.

Le immagini delle statue di Buddha fatte saltare in aria si sono diffuse in tutto il mondo:

READ  L'Etiopia accetta il cessate il fuoco dopo la perdita in Tigray | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24