Gli Stati Uniti vogliono che i paesi del G7 formino un blocco congiunto contro la Cina

Gli Stati Uniti invitano gli alleati a formare un blocco economico congiunto contro la Cina. Alti funzionari degli Stati Uniti hanno affermato che il presidente Biden presenterà i suoi piani oggi, il secondo giorno del vertice del G7 in Cornovaglia, in Gran Bretagna. Hanno parlato a margine del vertice del G7 in sottofondo con i media presenti.

Il Gruppo dei Sette grandi nazioni industrializzate (Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Regno Unito) si è riunito ieri per un vertice di tre giorni. L’agenda prevede la lotta alla pandemia di Corona. Al vertice partecipa anche l’Unione europea e sono stati invitati come ospiti anche i leader di Australia, India, Corea del Sud e Sudafrica.

Ma per Biden il vertice è anche il luogo per esprimere le sue preoccupazioni sulla Cina. Vuole che i paesi parlino con una sola voce contro il lavoro forzato dei musulmani uiguri e di altre minoranze in Cina.

Competi con la nuova via della seta

Inoltre, vuole raccogliere centinaia di miliardi per offrire un’alternativa a nuova via della seta dalla Cina. Si tratta di un enorme progetto infrastrutturale avviato dalla Cina nel 2013, progettato per collegare la Cina con altri continenti. Con questo il Paese vuole stimolare il commercio con il resto del mondo.

NOS op 3 spiega cosa significa Silk Road 2.0:

READ  Il governo Netanyahu approva la marcia attraverso Gerusalemme Est a condizione

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24