Gli uomini dovrebbero piangere di più? Mostrare i sentimenti non è una debolezza

Una ricerca dell’Università di Tilburg riporta che le donne versano lacrime in media da due a cinque volte al mese. Questo è meno comune per gli uomini: una volta ogni due mesi o meno. Se dipendesse dal regista teatrale Harpert Michielsen, i ragazzi lascerebbero che gli escursionisti vengano spesso.

“Il ciclo del pianto è in realtà un invito agli uomini che mostrare le emozioni non è una debolezza”, ha detto Michelsen a EditieNL. Ha tratto ispirazione dalla galleria fotografica di Noah Valentine “Crying Boys”, che raffigurava 21 uomini in lacrime.

piangere aiuta

Secondo l’autore del teatro, piangere è abbastanza normale: “Fin dal Medioevo ci sono storie di uomini che combattono, ma che piangono anche per le sofferenze che stanno attraversando”. Ma lo stesso Michaelsen ha l’idea che piangere non sia più accettabile. “È un peccato, perché mostrare emozione non è una debolezza, e piangere aiuta quando sei triste. È una vera espressione di emozione, una che puoi vedere dall’altra: sono triste, colpito e ho bisogno di sostegno”, ha dice. “Ho anche sentito dire che è confortante, ed è anche possibile”.

piangere fa bene?

Nel corso lavorerà con diverse tecniche per il pianto. “Inizi a pensare a qualcosa che ti ferisce davvero. Prendi quei sentimenti con te e li fai scattare”, spiega. “Ma c’è anche un approccio più fisico: lascia cadere le spalle, abbassa lo stomaco, i tuoi occhi affondano nelle orbite e se fai un respiro profondo, proverai anche un’emozione”.

Ma è davvero necessario che gli uomini piangano di più? “Non si può dire in generale che piangere fa bene agli uomini o alle persone”, ha detto a EditieNL il professore di psicologia Sander Cole della VU University di Amsterdam. “E ‘davvero diverso da persona a persona.” Non è chiaro cosa faccia il pianto agli umani. “Può essere un segnale sociale che qualcosa non va”, dice Cole. “Puoi anche sentirti bene. Ma non è vero per tutti”.

READ  "La battaglia contro Corona sta andando bene, ma il virus fa fatica"

Differenze biologiche

È vero che ci sono differenze biologiche tra uomini e donne quando si tratta dei loro sentimenti. “Ad esempio, le donne in generale sono più sensibili alle emozioni negative e le mostrano più spesso. Quindi ci sono sicuramente fattori biologici in gioco”, afferma il professore. “Questa differenza aumenta la pubertà, forse sotto l’influenza degli ormoni”.

Ma ci sono anche molti uomini che esprimono i loro sentimenti negativi allo stesso modo delle donne. “Ecco perché non si può dire che gli uomini dovrebbero piangere di più”, crede Cole. “Alcune persone non piangono nemmeno quando muore una persona importante per loro. Non è perché a loro non dispiaccia, ma perché ci sono enormi differenze nel modo in cui le persone affrontano una cosa del genere”.

Non una foto perfetta

A suo avviso, quindi, non esiste un modello adatto a tutti. “Gli uomini che entrano in questo ciclo di pianto potrebbero voler imparare a mostrare meglio le loro emozioni negative, e non c’è assolutamente niente di sbagliato in questo. Ma mettere questo come un’immagine perfetta per tutti gli uomini non ha senso”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24