Google eliminerà gradualmente le estensioni Manifest V2 per Chrome, V3 obbligatorio a partire dal 2023 – Computer – Notizie

Da giugno 2023, Google Chrome non supporterà più le estensioni basate sui requisiti di Manifest V2. A partire dal 17 gennaio 2022, le nuove estensioni basate su Manifest V2 non saranno più incluse nel Chrome Web Store.

Fino all’inizio del 2023, gli sviluppatori hanno avuto il tempo di rendere le estensioni esistenti compatibili con Manifest V3, in ritardo Conosci il post del blog di Google. Da quel momento in poi, le estensioni V2 esistenti non possono più essere aggiornate per soddisfare i nuovi requisiti. Quando la versione 3 del requisito dell’estensione diventerà finalmente obbligatoria, tutte le estensioni attualmente obsolete basate su Manifest V2 non funzioneranno più.

L’attuale formato per le estensioni di Chrome è stato rilasciato all’inizio di quest’anno e pone una forte attenzione alla privacy, al miglioramento delle prestazioni e alla sicurezza. Per le estensioni V3, tra l’altro, non è più possibile codice remoto Ciò rende più semplice per Google testare la sicurezza di un’estensione. Inoltre, il nuovo formato consente di lavoratori dei servizi Per eseguire determinate attività in background. Ciò elimina la necessità di una pagina Web aggiuntiva per funzioni secondarie, che riduce il consumo di RAM di Chrome.

Finalmente una novità controversa declarativeNetRequestIntroduci -api in sostituzione di quello attuale webRequest-Mio padre. Di conseguenza, è diventato I blocchi degli annunci lo hanno reso più difficileNell’interesse della privacy degli utenti. L’interessato L’API verrà modificata nel frattempo È per proteggere i desideri degli sviluppatori e la privacy dell’utente.

READ  "I colibrì femmine si travestono da maschi per essere lasciati soli."

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24