Greci si lamentano alle Nazioni Unite per la Turchia | all’estero

Il passaggio di Atene alle Nazioni Unite arriva in un momento in cui le tensioni tra i due Stati membri della Nato tornano ad essere molto alte. Attualmente, cacciabombardieri turchi volano quasi ogni giorno sulle isole greche abitate per provocare.

Il governo turco ad Ankara ritiene che la Grecia abbia perso i suoi diritti sulle isole a causa della sua presenza militare. Ciò è incompatibile con i trattati di Losanna (1923) e Parigi (1947), secondo i turchi. D’altra parte, Atene giustifica la militarizzazione minacciando la presenza di numerose navi da sbarco sulle coste turche e il diritto di ogni Paese all’autodifesa. L’inimicizia tra Grecia e Turchia ha profonde radici storiche, alcuni dicono che risalga alla caduta di Costantinopoli nel 1453.

La disputa sulle isole è solo una delle tante controversie tra alleati della NATO. Di recente, il leader turco Erdogan ha interrotto pubblicamente i contatti con il primo ministro greco Mitsotakis. I turchi sono arrabbiati per la stretta collaborazione tra i greci e gli Stati Uniti, che hanno basi militari in Grecia. Mitsotakis ha messo in guardia gli americani dal vendere jet da combattimento alla Turchia in un discorso al parlamento degli Stati Uniti. Ankara e Atene discutono anche sulle riserve di gas naturale dei fondali marini e sugli sviluppi nell’isola di Cipro.

READ  Pubblico ministero: Gislan Maxwell è una donna adulta che sfrutta i bambini vulnerabili | pettegolezzo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24