I corridori arancioni vogliono valutare la Coppa del Mondo dopo il rimprovero di Lovanio

analizzare

Alla fine, era al volante dove avrebbe dovuto essere. Se diventi un nemico dello sprint, l’Olanda giocherà l’intera carta di Marian Voss. Questo è stato l’unico messaggio tattico ricevuto dagli Orange Eight per la Coppa del Mondo nelle Fiandre. A duecento metri dal traguardo, il tre volte iridato è stato perfetto al volante di Elisa Balsamo, ma nella volata sprint ha battuto per valore l’italiana Brabante.

La settima medaglia d’argento ai Mondiali su strada è stata una realtà per La Marianne. Ma la perdita del titolo mondiale ha aumentato l’intensità del fuoco all’interno della squadra olandese.

Nella zona mista dopo la fine, è apparso chiaro che l’atmosfera nella squadra femminile olandese era scesa sotto lo zero. Dopo che la comunicazione è fallita a Tokyo, è seguito il Blame Festival a Leuven. Le magliette arancioni hanno trattato i media presenti con lacrime, risentimento, derisione reciproca e mancanza di commenti. L’allenatore della nazionale Loes Gunnewijk ha costantemente superato i media scritti, in modo da poter facilmente evitare domande critiche.

Se nell’ultimo chilometro si vedeva che gli italiani avevano ancora tre corridori per fare lo stivale perfetto per Balsamo, si vedeva ancora che Voss si stava qualificando per lo sprint nel momento più importante della gara.

Elaine Van Dyck. Foto: Cor Vos

I suoi compagni di squadra non hanno perso molta potenza con le dozzine di attacchi che i corridori olandesi hanno cercato di rompere le distanze negli ultimi 50 chilometri? Non dovrebbe sorprendere che non sia stato concesso loro alcuno spazio e che le colline fiamminghe non fossero abbastanza pesanti da costringere a una decisione. Data la qualità della squadra arancione, ha senso che altri paesi siano rimasti al comando della nazionale olandese.

READ  ``La clinica di Dortmund si svuota lentamente: cinque di loro sembrano criticare l'Ajax'

diplomatico
Se Voss non si aspettava più supporto in gara, le è stato chiesto alla conferenza stampa dei primi tre. Lei ha risposto diplomaticamente: “Forse”. “Anche se era nostro piano rendere la partita difficile. Uno degli obiettivi era quello di sbarazzarsi di un certo numero di corridori veloci come Lotte Kubicki. Ci siamo riusciti. Volevamo tutti giocare una partita difficile. E penso che sia andato bene. Solo quando la spagnola Mavi Garcia era in testa da sola, Annemiek van Vleuten aveva molto lavoro da fare. La gara è andata bene per me”.

Lucinda Brand e Annemiek van Vleuten hanno tagliato il traguardo. Foto: Cor Vos

Questo a quanto pare ha reso Voss il meno critico nei confronti del campo olandese. Elaine van Dijk è stata chiara: “Il risultato è pessimo. Marianne non è responsabile, ma la cancellazione non è stata abbastanza buona. Abbiamo commesso un errore lì. Ci mancano le bambole lì. Dobbiamo assolutamente valutarlo”.

Lucinda Brand: “Eravamo un sacco di sabbia sciolta”. Anche se l’allenatore della nazionale Junivik ha indicato in un’intervista con Han Kwok di NOS che non era d’accordo sul fatto che la squadra fosse sciolta: “Sebbene ci siano alcuni punti di valutazione”.

È interessante che l’allenatore della nazionale abbia una visione diversa della partita rispetto ai suoi coetanei. Annemiek van Vleuten ha confermato di poter dormire in tutta tranquillità stanotte senza doversi chiedere se avrebbe dovuto fare le cose diversamente. “Ho fatto una buona gara e anche al servizio della squadra. Penso che lavorare in squadra avrebbe potuto essere migliore. Dobbiamo valutarlo. Non credo che sarebbe saggio per me discutere la mia opinione con la stampa “, ha detto il campione di prove olimpiche.

READ  TT Assen può ricevere 11.500 fan al giorno | Sport motoristici

competenza
Rotinier Chantal-Black ha anche visto che l’Olanda non si è mostrata dalla parte migliore. “Se avessimo usato la forza che abbiamo nella nostra squadra, un gruppo molto più piccolo sarebbe arrivato al traguardo. Non ci siamo seguiti negli attacchi come avremmo dovuto. Dovremmo avere l’esperienza per affrontare il caos di tali una sessione fiamminga. Dovremmo assolutamente discuterne.”

Demi Völlering è scoppiata in lacrime mentre parlava ai media olandesi: “Mi sento in colpa per non aver potuto aiutare abbastanza la squadra. A causa della sfortuna con la mia moto, è andata la migliore. Peccato. Ero ancora in finale. Ho provato anche a portare Marianne davanti.” , ma mi era rimasta solo una marcia. Non potevo andare oltre”.

Demi Fullering. Foto: Cor Vos

A 5,5 chilometri dal traguardo, i Paesi Bassi potrebbero aver creato la migliore posizione di guida per l’oro. Con due piloti, il buff ha avuto il sopravvento in un gruppo di testa di cinque. Elaine Van Dyck, Marian Voss, Elisa Longo Borghini, Cassia Niviadoma e Alison Jackson hanno fatto qualche decina di metri. «Guida, guida!» gridò Voss a Van Dyck. “Tuttavia, ero anche al limite e non potevo andare avanti da solo fino alla fine. Ovviamente nessuno vuole prendere il posto degli altri”, ha detto Van Dijk.

Anche se è notevole che Van Dijk si attacchi di nuovo con una distanza di un chilometro e mezzo. Se stasera i corridori arancioni dovessero rivedere il video della finale di Coppa del Mondo, probabilmente ci sarebbero molti silenzi angosciosi. Tuttavia, non nominare e discutere i casi di prezzo non è un’opzione. Quindi lascia che la ferita continui la sezione verso il prossimo torneo.

READ  Le conseguenze di "Selfie Hunter" in Duel Orange non sono ancora chiare: "Non intenzionato"

scheda principale
Per inciso, all’interno di KNWU vengono poste domande sulla rapida estensione dei contratti di molti allenatori nazionali, tra cui Gunnewijk, fino ai Giochi Olimpici di Parigi 2024. Perché questo ha dovuto essere affrontato rapidamente prima di installare il nuovo capo Water Boss (la nomina è un formalità) e come Possibile che questa parte dell’amministrazione centrale non fosse a conoscenza di queste importanti sovvenzioni?

Quindi ci sarà molto di cui parlare nel prossimo periodo all’interno della KNVB sulla seconda prestazione tattica sospetta della squadra femminile olandese in questa stagione. La domanda è se sono davvero bravi a valutare KNWU?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24