I democratici ora chiedono apertamente a Biden: quali sono le opzioni?

I sostenitori di Trump assistono al dibattito

Noos Notizie

“Disastro”, “terribile” ed “estremamente doloroso” è il modo in cui i democratici vedono la performance disastrosa del loro candidato presidenziale Biden nel corso dei novanta minuti del dibattito con Trump. Davanti alle telecamere della CNN, l'81enne Biden a volte perdeva il filo, era senza parole e appariva stanco, il che gli rendeva difficile convincere i telespettatori della sua storia.

Poiché Biden non è riuscito a trasmettere male la sua storia, ha reso le cose più facili a Trump, secondo i media americani. I suoi attacchi erano spesso basati su bugie, ma Biden non poteva opporsi a ciò.

Dopo il dibattito, i democratici hanno espresso i loro dubbi su Biden come candidato presidenziale più apertamente che mai. Poco dopo il dibattito, sui media americani abbondavano le speculazioni sul ritiro della sua nomina. Nessuno sa cosa succederà dopo.

I democratici possono ancora cambiare il loro candidato?

Sì, dice l’americano Kenneth Manusama, ma c’è solo una persona che lo decide: “Biden deve ammettere che le cose non stanno andando bene adesso, dimettersi e dare una possibilità agli altri candidati”. Poiché Biden ha vinto le primarie democratiche, il partito probabilmente non potrà fare nulla senza la sua approvazione. I delegati devono votare in base ai risultati delle primarie, ma in teoria hanno il diritto di discostarsi da ciò.

Manusama prevede che la pressione su Biden aumenterà nei prossimi giorni. Le opinioni di importanti democratici saranno cruciali. “Pensate a Nancy Pelosi, ex leader democratica, e agli ex presidenti Barack Obama e Bill Clinton”. Ma la persona più importante potrebbe essere stata sua moglie Jill, dice lo storico olandese-americano ed esperto americano James Kennedy. Biden non vede se stesso andarsene presto. Ha aggiunto: “Biden è un politico che è in carica da mezzo secolo e resterà in carica finché potrà”.

READ  La flotta da guerra russa entra nel porto di Cuba

Milioni di americani hanno assistito al dibattito tra il presidente Joe Biden e Donald Trump. Mentre il campo di Biden era sbalordito, i sostenitori di Trump guardavano al dibattito con sollievo:

Questo è il modo in cui democratici e repubblicani hanno visto il dibattito

Chi sceglie il candidato democratico alle presidenziali?

Se Biden si ritira, il prossimo momento cruciale sarà la convention democratica di agosto. Lì viene finalmente scelto il candidato alla presidenza. Molte cose potrebbero cambiare prima di allora.

Alla convention di Chicago, gli sfidanti possono raccogliere immediatamente sostegno. I delegati determinano quindi chi sarà il candidato. Nel periodo che precede la convenzione, i potenziali candidati devono esercitare forti pressioni per difendere le loro posizioni.

Alla conferenza stessa, secondo James Kennedy, dovevano mettersi alla prova in dibattiti e discorsi. Kennedy: “Quindi avrai due mesi di incertezza su chi rappresenterà i democratici.” Secondo l’esperto, questo potrebbe anche avere un esito positivo: “Sia Trump che Biden non sono molto popolari, e il nuovo candidato attira gli elettori, soprattutto perché questa persona non è né Biden né Trump”.

È già successo qualcosa del genere?

Secondo James Kennedy, una situazione del genere sarebbe molto speciale. Ricorda le elezioni del 1968, quando il presidente in carica Lyndon Johnson ritirò inaspettatamente la sua candidatura presidenziale. Ciò portò a una crisi di umore nel Partito Democratico nella primavera e nell’estate del 1968.

Quali altri candidati democratici ci sono?

Sulla carta, la vicepresidente Kamala Harris è l’ovvia candidata a succedere a Biden. Ma ci sono anche grandi dubbi a riguardo. “Non è stata forte e visibile come il vicepresidente negli ultimi anni”, afferma Manusama “Inoltre, essendo una donna di colore, non è la prima scelta per gran parte della popolazione americana”.

Secondo Manusama, un altro potenziale candidato è l'attuale governatore della California Gavin Newsom (56 anni). Come sindaco di San Francisco, ha consentito il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2004. Questa decisione è diventata notizia nazionale, anche perché all'epoca il matrimonio tra persone dello stesso sesso era ancora contro la legge. È governatore della California dal 2019. È considerato un progressista sociale e un conservatore fiscale ed è visto come un democratico moderato. Sulla scia di Biden, ultimamente è apparso sempre di più sui media.

Anche la sua controparte del Michigan, Gretchen Whitmer, 52 anni, avrà una possibilità, secondo Manusama. Negli ultimi anni si pensava che si sarebbe candidata alla presidenza nel 2028, ma la proposta potrebbe essere anticipata. Lo stesso vale per il governatore del Kentucky Andy Beshear (46 anni).

Guarda un riassunto della discussione qui:

Lo straordinario Biden, l'Ucraina e il gioco del golf: così si è svolto il dibattito tra Biden e Trump

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24