I manifestanti brasiliani chiedono la partenza di Bolsonaro

Decine di migliaia di manifestanti in diverse città brasiliane hanno chiesto la partenza del presidente Bolsonaro. Non sono soddisfatti della politica del governo su Corona e vogliono avviare misure di isolamento. Più di 600.000 persone sono morte in Brasile a causa del Covid-19. I manifestanti chiedono anche di affrontare l’inflazione elevata e i prezzi del gas.

Le manifestazioni sono state organizzate dai partiti di opposizione e dai sindacati. Nel giro di un anno esatto, ci sono state le elezioni e la popolarità di Bolsonaro nei sondaggi è crollata. Più di recente, è di nove punti percentuali dietro al suo rivale ed ex presidente Lula.

Sotto il microscopio della Corte Suprema

Sebbene la sua popolarità sia in calo, Bolsonaro continua ad attirare molti fan. Nell’ultimo mese, decine di migliaia di suoi sostenitori sono scesi in piazza per esprimere il loro sostegno. Progettavano di accerchiare la Corte Suprema, ma non ci riuscirono.

Il tribunale ha avviato un’indagine su possibili attività antidemocratiche e diffusione di informazioni false da parte dei sostenitori di Bolsonaro. Il presidente l’ha definita “incostituzionale” e una violazione della libertà di parola. Ha affermato in precedenza che la frode si sarebbe verificata nelle elezioni del prossimo anno.

READ  L'avvocato "pro-Trump" per i combattenti del Campidoglio scompare senza lasciare traccia | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24